Homepage

La Bussola LA BUSSOLA

Riduzione del capitale sociale per perdite

di Fabio Signorelli

La riduzione del capitale sociale per perdite (o, altrimenti, definita, nominale) consiste nell’adeguare la cifra del capitale sociale nominale all’attuale minor valore del capitale reale. La riduzione nominale non comporta alcun rimborso ai soci, ma costituisce la presa d’atto che le perdite hanno non solo prosciugato le eventuali riserve esposte in bilancio, ma anche ridotto il patrimonio (e più esattamente il netto patrimoniale) ad un valore inferiore al capitale. Il meccanismo legale di cui agli artt. 2446 e 2447 c.c. è finalizzato a rappresentare la reale situazione patrimoniale della società, garantendo l’effettiva corrispondenza tra capitale reale e nominale affinché i terzi non facciano affidamento su un capitale (nominale) che, nella realtà, risulta inferiore.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

L’holding persona fisica: responsabilità e fallibilità

di Enrico Mugnai, Paolo Cellini

Tribunale di Milano

Holding persona fisica

Leggi dopo