Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Conflitto di interessi tra amministratore e società nel processo: la nomina del curatore speciale ex art. 78, comma 2 c.p.c.

18 Gennaio 2022 | di Antonio Franchi

Cass. Civ.

Interessi degli amministratori nelle società di capitali

Non sussiste un conflitto immanente d'interessi degli amministratori con la società nella impugnazione delle deliberazioni assembleari. Al contrario, il legislatore presuppone che legittimata passiva alle azioni di impugnazione sia esclusivamente la società, in persona di chi ne abbia la rappresentanza legale; nè è fondata una valutazione di conflitto di interessi in capo all'amministratore, solo in quanto la deliberazione assembleare abbia ad oggetto profili di pertinenza dello stesso organo gestorio...

Leggi dopo

Omessa vigilanza del collegio sindacale, tra responsabilità esclusiva e responsabilità concorrente con gli amministratori

11 Gennaio 2022 | di Enrico Quaranta

Cass. Civ.

Collegio sindacale di s.p.a.: poteri, doveri e responsabilità

In ipotesi di atti di mala gestio degli amministratori, fonte di danni alla società o ai creditori sociali, sussiste la responsabilità concorrente dei sindaci per omesso controllo ex art. 2407 c.c. ove questi - non disponendo di poteri di veto o di sostituzione – abbiano comunque omesso, ai sensi degli artt. 2403 e ss. c.c., la doverosa attività di vigilanza...

Leggi dopo

La tenuità del fatto in caso di bancarotta semplice o fraudolenta

04 Gennaio 2022 | di Giovambattista Palumbo

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

Il danno di speciale tenuità di cui alla circostanza attenuante prevista dall'art. 219, comma 3, l. fall., è quello cagionato dal fatto di reato globalmente considerato e non quello derivante dal passivo fallimentare.

Leggi dopo

Competenza sul reclamo in tema di nomina di curatore speciale per la rappresentanza in giudizio della società

29 Dicembre 2021 | di Alessandro Di Blasi

Cass. Civ.

Rappresentanza nelle società di capitali

In tema di individuazione del giudice competente in sede di reclamo di provvedimenti emessi in materia di volontaria giurisdizione, in assenza di apposita previsione, l'impugnazione va proposta di regola dinanzi al giudice superiore...

Leggi dopo

Scissione societaria e azione revocatoria

23 Dicembre 2021 | di Federico Piccione

Cass. Civ.

Scissione: disciplina generale

La revocatoria ordinaria dell'atto di scissione societaria deve ritenersi sempre esperibile, in quanto mira a ottenere l'inefficacia relativa dell'atto, che lo rende inopponibile al solo creditore pregiudicato, al contrario di ciò che si verifica nell'opposizione dei creditori sociali...

Leggi dopo

Sanzioni tributarie e abuso della personalità giuridica

21 Dicembre 2021 | di Simone Marzo

CTP Milano

Amministratori di fatto

La riferibilità esclusiva della sanzione tributaria alla persona giuridica prevista dall'art. 7, comma 1, d.l. n. 269/2003, opera soltanto quando la persona fisica che ha realizzato la violazione abbia agito nell'interesse ed a vantaggio della persona giuridica, ma non anche quando la società costituisca un mero schermo costituito artificiosamente e la persona fisica abbia operato nel proprio esclusivo interesse.

Leggi dopo

La cancellazione della società non comporta la rinuncia al diritto di credito

15 Dicembre 2021 | di Francesco Spina

Cass. Civ.

Estinzione delle società di capitali

Qualora all'estinzione della società, conseguente alla sua cancellazione dal registro delle imprese, non corrisponda il venir meno di ogni rapporto giuridico facente capo alla società estinta, si determina un fenomeno di tipo successorio, in virtù del quale le obbligazioni si trasferiscono ai soci...

Leggi dopo

La vendita della quota del socio moroso rientra tra le azioni vietate dall'art. 168 l.fall.

10 Dicembre 2021 | di Gabriele Piccinini

Cass. Civ.

Socio moroso nei conferimenti

La vendita coattiva della quota del socio moroso, disciplinata dall'art. 2466 c.c. rientra a pieno titolo tra le azioni esecutive contemplate dall'art. 168 l. fall., appartenendo a tale categoria tutte quelle volte a conseguire il soddisfacimento coattivo del credito.

Leggi dopo

La responsabilità del collegio sindacale in caso di indebita compensazione

07 Dicembre 2021 | di Giovambattista Palumbo

Cass. Pen.

Reati tributari

Esprimere un parare favorevole all'acquisto di un compendio aziendale contenente un credito fiscale inesistente può configurare il contributo concorsuale del sindaco di società nel reato d'indebita compensazione, sempre che emerga la prova del dolo.

Leggi dopo

Si può distrarre il patrimonio aziendale anche con una scissione societaria

03 Dicembre 2021 | di Ciro Santoriello

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

Integra il reato di bancarotta fraudolenta per distrazione la scissione di una società, successivamente dichiarata fallita, a favore di altra società alla quale siano conferiti beni di rilevante valore, qualora tale operazione, in sé astrattamente lecita, sulla base di una valutazione in concreto che tenga conto della effettiva situazione debitoria in cui operava la società al momento della scissione, si riveli volutamente depauperatoria...

Leggi dopo

Pagine