Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Società “in house frantumato”: per la giurisdizione contabile è sufficiente il controllo analogo del socio pubblico maggioritario

28 Marzo 2022 | di Francesco Vignoli

Cass. Civ.

Società in house

Ai fini della qualificazione di una società in house per la giurisdizione della Corte dei Conti sull'azione di responsabilità nei confronti degli organi di gestione e di controllo è sufficiente la verifica della sussistenza di un controllo esercitato da un socio pubblico di maggioranza...

Leggi dopo

Conferimento di ramo di azienda e responsabilità solidale delle parti

23 Marzo 2022 | di Giovambattista Palumbo

Cass. Civ.

Conferimento d’azienda

La rapida sequenza temporale entro la quale viene perfezionato il conferimento dell'unico ramo d'azienda e l'identità della compagine sociale e della rappresentanza legale delle società contraenti, può dimostrare che l'operazione viene posta in essere al fine di frodare il fisco, con conseguente inoperatività delle limitazioni di responsabilità sancite dai primi due commi dell'art. 14 del d.lgs. n. 472/1997.

Leggi dopo

Il rapporto tra bancarotta fraudolenta documentale e la violazione degli obblighi di cui all'art. 16 n. 3) l. fall.

15 Marzo 2022 | di Enrico Corucci

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

In tema di concorso di reati, la fattispecie delittuosa disciplinata dagli artt. 220 e 16 n. 3) l. fall., qualora i fatti addebitati abbiano ad oggetto le medesime scritture contabili, è assorbita in quella di bancarotta fraudolenta documentale di cui all'art. 216, comma 1 n. 2) l. fall. per sottrazione dei libri e delle altre scritture contabili...

Leggi dopo

I limiti della responsabilità dell'amministratore in caso di riduzione del capitale sociale

10 Marzo 2022 | di Paolo Cagliari

Cass. Civ.

Riduzione del capitale sociale per perdite

L'art. 2448, comma 1, n. 4), c.c. (nel testo vigente prima dell'entrata in vigore del d.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6), che prevede lo scioglimento della società di capitali per la riduzione del capitale al di sotto del minimo legale, salvo quanto è disposto dall'art. 2447 c.c., si interpreta nel senso che tale evento si verifica solo quando la perdita di esercizio di consistenza superiore al terzo del capitale determina...

Leggi dopo

Alle Sezioni Unite gli effetti del superamento del limite di finanziabilità nel credito fondiario

07 Marzo 2022 | di Fabio Fiorucci

Cass. Civ.

Mutuo

Deve essere rimessa al primo Presidente per l'eventuale assegnazione alle Sezioni Unite civili la questione inerente agli effetti del superamento del limite di finanziabilità - pari all'80% del “valore” dei beni ipotecati o del “costo” delle opere da eseguire sugli stessi - nelle operazioni di credito fondiario...

Leggi dopo

Nuove conferme sulla natura “sostanzialistica” della disciplina della postergazione del finanziamento soci ex art. 2467 c.c.

02 Marzo 2022 | di Francesco Caselli

Cass. Civ.

Finanziamenti e apporti spontanei dei soci

La postergazione del finanziamento soci disposta dall'art. 2467 c.c. costituisce una condizione di inesigibilità legale e temporanea del diritto del socio al rimborso, operante già durante la vita della società e non solo nella fase esecutiva, in presenza di un concorso tra creditori.

Leggi dopo

Criptovalute tramite società estera usando profitti delittuosi: può essere contestato l'autoriciclaggio

23 Febbraio 2022 | di Francesco Spina

Cass. Pen.

Cripto-attività

Ai fini dell'integrazione del reato di autoriciclaggio, non occorre che l'agente ponga in essere una condotta di impiego, sostituzione o trasferimento del denaro, beni o altre utilità che comporti un assoluto impedimento alla identificazione della provenienza delittuosa degli stessi...

Leggi dopo

Obbligo di collaborazione con le autorità di vigilanza ex art. 2638 c.c. e diritto al silenzio: una questione mal posta

18 Febbraio 2022 | di Ciro Santoriello

Cass. Pen.

Ostacolo all'esercizio di funzioni di vigilanza

Dalla dichiarazione di incostituzionalità dell'art. 187- quinquiesdecies del d.lgs. n. 58 del 1998 (Corte cost. sentenza n. 84 del 2021) non possono farsi derivare dubbi sulla legittimità costituzionale dell'art. 2638 c.c., che delinea condotte alternative di omessa comunicazione di informazioni dovute...

Leggi dopo

L'obbligo di agire informati per gli amministratori privi di deleghe

15 Febbraio 2022 | di Francesco Baldocci

Cass. Civ.

Amministrazione delegata

L'obbligo imposto dall'art. 2381 c.c., ultimo comma, agli amministratori delle società per azioni di "agire in modo informato", pur quando non siano titolari di deleghe, si declina, da un lato, nel dovere di attivarsi, esercitando tutti i poteri connessi alla carica, per prevenire o eliminare ovvero attenuare le situazioni di criticità aziendale di cui siano, o debbano essere, a conoscenza...

Leggi dopo

La clausola di prelazione statutaria tra punti saldi e arresti giurisprudenziali incerti

07 Febbraio 2022 | di Linda Rizzi

Tribunale di Roma

Clausole di prelazione

La realità della clausola non può mai condurre alla nullità del trasferimento operato in violazione del patto di prelazione, non versandosi in ipotesi di violazione di norma imperativa, né può portare alla declaratoria di nullità per impossibilità dell'oggetto ...

Leggi dopo

Pagine