Focus

Focus

La digitalizzazione della consulenza finanziaria: i c.d. Robo-Advice

16 Marzo 2021 | di Alessandra Viceconte

Intermediari finanziari

L'attuale evoluzione tecnologica sta cambiando il modo in cui gli operatori del mercato mobiliare prestano i servizi di investimento. Infatti, i soggetti abilitati possono oggi farsi coadiuvare o sostituire da programmi informatici, affidando l’intera attività o parte di essa ad una macchina, che consentirebbe di abbassare i costi e migliorare alcuni aspetti del servizio. Un'applicazione della tecnologia al mercato è data dal robo-advice la c.d. consulenza automatizzata, ossia l’applicazione della tecnologia ai servizi finanziari.

Leggi dopo

Le plusvalenze da cessione d'azienda

10 Marzo 2021 | di Giovambattista Palumbo

Cessione d'azienda

Nell'ambito dell'imposizione diretta, l'istituto dell'"azienda" non trova una sua specifica definizione, rendendo necessario il rinvio alla nozione fornita dall'articolo 2555 del codice civile, il quale definisce l'azienda «il complesso dei beni organizzati dall'imprenditore per l'esercizio dell'impresa».

Leggi dopo

Utili distribuiti dalla Svizzera: quale regime tributario

04 Marzo 2021 | di Fabio Gallio

Distribuzione degli utili

In caso di distribuzione di dividendi da parte di una società estera, è necessario, per determinare il corretto regime tributario da parte del soggetto italiano, in primis, stabilire se le partecipazioni estere sono assimilate a quelle italiane. In caso di esito positivo, si dovrà capire se l'utile distribuito si è formato in un periodo di imposta in cui il soggetto estero era considerato o meno residente in un Paese a fiscalità privilegiata. Così si è espressa l'Agenzia delle Entrate, con la risposta ad interpello del 12 gennaio 2021, n. 38, occupandosi del caso di dividendi distribuiti da una società svizzera ad una persona fisica italiana.

Leggi dopo

La modifica alla normativa relativa alla disciplina delle operazioni con parti correlate (OPC)

26 Febbraio 2021 | di Claudio Sottoriva, Andrea Cerri

Operazioni con parti correlate

Sono state pubblicate in Gazzetta Ufficiale n. 317 del 22 dicembre 2020, le Delibere della Consob n. 21623, 21624 e 21625, che apportano modifiche al Regolamento sulle operazioni con parti correlate (OPC), al Regolamento emittenti ed al Regolamento mercati di attuazione della Direttiva (UE) 2017/828 sui diritti degli azionisti (Shareholder Rights Directive 2, SHRD II). Si analizzano di seguito le principali modifiche relative alla disciplina con operazioni con parti correlate (OPC).

Leggi dopo

Il ruolo degli amministratori indipendenti: tra regole dell’UE e codici di autodisciplina

23 Febbraio 2021 | di Cristina Papadimitriu

Amministratori indipendenti

L’amministratore indipendente ha assunto nel tempo un ruolo centrale all’interno della governance societaria. La sua posizione è stata ancor più valorizzata dall’attribuzione di funzioni di elevata importanza e responsabilità e, nonostante i dubbi sollevati nel tempo dalla dottrina, tale figura mostra di essere oggi determinante per la gestione e la risoluzione di molte delicate questioni che riguardano il funzionamento delle società. L’obiettivo del presente lavoro è quello di esaminare la disciplina dettata dai codici di autodisciplina europei in materia di amministratori indipendenti, con un riferimento alle nuove norme che il nostro Codice di Corporate Governance dedica a tale argomento.

Leggi dopo

Legge di bilancio 2021 e patrimonio netto di bilancio nelle società di capitali in Italia: spunti per il superamento di un paradigma

17 Febbraio 2021 | di Niccolò Abriani, Fabio Buttignon

Riduzione del capitale sociale per perdite

La legge di Bilancio 2021 (l. n. 178/2020) ha riscritto l’art. 6 del Decreto Liquidità che, derogando alla disciplina codicistica in materia di operazioni sul capitale, aveva sospeso gli obblighi di adeguamento del capitale in presenza di perdite, la causa di scioglimento connessa alla mancata ricapitalizzazione al minimo legale e la correlata responsabilità aggravata per gli amministratori per gestione non conservativa del patrimonio sociale post scioglimento. La riformulazione della norma solleva, però, due ordini di problemi interpretativi. Gli Autori intendono offrirne una lettura prospettica, che vada oltre la disciplina emergenziale.

Leggi dopo

La conferibilità di piattaforma digitale in società

11 Febbraio 2021 | di Giuliana Migliorati

Conferimenti in natura

Con l'avvento delle nuove piattaforme online, si pone il quesito sulla conferibilità, nelle società (di persone e/o di capitali) del valore economico delle stesse, di titolarità di socio persona fisica e/o giuridica. L'Autore si concentra, in particolare, sulla valutabilità in termini di perizia, di tutte le componenti patrimoniali insite nel corretto funzionamento della piattaforma e sulla sostanziale differenza tra conferimento di piattaforme internet e cessione delle stesse come aziende e/o rami di aziende.

Leggi dopo

Assemblee annuali e rappresentante designato “obbligatorio”: primi dubbi applicativi alla luce della (rinnovata) disciplina emergenziale

05 Febbraio 2021 | di Federico Urbani

Società quotate

Se per le società “chiuse” l'estensione sino al 31 marzo 2021 dell'applicazione delle norme di flessibilizzazione di cui all'art. 106, commi 2-6, del Cura Italia sembra costituire un'opportunità scevra da particolari dubbi applicativi (se non quelli rilevati dagli interpreti nel corso dei mesi passati, senza che tuttavia la suddetta estensione temporale abbia ulteriormente complicato il contesto normativo), non può dirsi altrettanto per le società con azioni quotate, destinatarie del particolare regime di cui all'art. 106, comma 4, del Cura Italia.

Leggi dopo

La richiesta del cliente di produzione del contratto di finanziamento

02 Febbraio 2021 | di Fabio Fiorucci

Contratti bancari nell'impresa

La clientela bancaria ha diritto di ottenere ex art. 119, comma 4, TUB, a proprie spese, entro il termine di 90 giorni dalla richiesta, copia della documentazione inerente singole operazioni poste in essere negli ultimi dieci anni. Tale previsione normativa contempla anche il contratto di finanziamento bancario? In giurisprudenza non è finora maturato un orientamento univoco al riguardo, fermo restando che l'obbligo dell'intermediario creditizio di consegnare copia del contratto di finanziamento al cliente che lo richieda trova il suo fondamento nel dovere generale della banca di comportarsi secondo correttezza e buona fede ex artt. 1175 e 1375 c.c.

Leggi dopo

Il governo societario delle banche: in consultazione le modifiche alle Disposizioni di Vigilanza della Banca d’Italia

29 Gennaio 2021 | di Claudio Sottoriva, Andrea Cerri

Intermediari finanziari

La Banca d’Italia ha posto in pubblica consultazione un documento con le proposte di modifiche alla Circolare n. 285/2013 di revisione delle Disposizioni di Vigilanza in materia di governo societario delle banche. Gli interventi rispondono all’esigenza di rafforzare, in linea con la CRD V, le norme esistenti in materia di organizzazione e governo societario, tenendo conto dei lavori in corso in ambito europeo sulla stessa materia (revisione delle linee guida dell’EBA) e assicurare anche un migliore coordinamento con altre discipline applicabili alle banche. La Consultazione terminerà il 22 febbraio 2021.

Leggi dopo

Pagine