Focus

Focus

Dal modello organizzativo 231 agli adeguati assetti richiesti dal Codice della crisi e dell'insolvenza

24 Settembre 2020 | di Ciro Santoriello, Enrica Perusia

Responsabilità amministrativa degli enti ex d.lgs. 231/2001

A prima vista il sistema della responsabilità da reato delle società di cui al D.lgs. n. 231/2001 e la nuova disciplina delle procedure concorsuali di cui al D.lgs. n. 14/2019, che contiene il Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza, non presentano elementi in comune né paiono esservi ragioni per una trattazione congiunta delle relative discipline.

Leggi dopo

Gli assetti organizzativi al test della crisi

17 Settembre 2020 | di Luca Savino, Riccardo Sattler

Assetti organizzativi dell'impresa

La crisi legata al Covid-19 ha profondamente mutato lo scenario economico internazionale e portato all'assunzione di provvedimenti non convenzionali per il suo fronteggiamento. In Italia le diverse contromisure adottate hanno fatto si che la gestione della crisi passi quasi interamente dall'implementazione o dalla predisposizione ex novo di adeguati assetti organizzativi, capaci di fornire al management aziendale tutti gli strumenti per analizzare lo scenario in cui sono costretti ad operare. L'elaborato si ripropone di introdurre le caratteristiche principali di questi strumenti e di evidenziarne la funzione nel contrasto agli effetti negativi della crisi.

Leggi dopo

Concessione di credito agevolato alle imprese in crisi e responsabilità degli operatori bancari

14 Settembre 2020 | di Ciro Santoriello

Società di capitali

Come è noto, a seguito dell'attuale crisi economico–finanziaria causata dalla pandemia Covid-19 il legislatore italiano ha approvato numerosi interventi di sostegno alle imprese con sede in Italia per garantire alle stessa la necessaria liquidità per far fronte alle prime improrogabili esigenze.

Leggi dopo

Le riunioni con mezzi di telecomunicazione nelle società di capitali chiuse: disciplina legale e autonomia statutaria

07 Settembre 2020 | di Raffaele Viggiani

Assemblea di s.p.a.: disciplina generale

Al fine di valorizzare l'autonomia statutaria e di semplificare il procedimento assembleare, la riforma del 2003 aveva introdotto – seppur in misura differente in base all'organo e al tipo societario – forme di intervento e/o voto a distanza. Le disposizioni sono state oggetto di un dibattito interpretativo tutt'oggi aperto e, soprattutto, hanno conferito un nuovo significato alla collegialità, che tradizionalmente presupponeva la riunione in presenza fisica dei partecipanti. La disciplina introdotta dal d.l. “Cura Italia”, al fine di consentire lo svolgimento delle assemblee durante l'emergenza sanitaria, ha temporaneamente ampliato la possibilità di avvalersi dei mezzi di partecipazione a distanza, oltre ad aver contribuito a riportare il tema al centro del dibattito interpretativo.

Leggi dopo

La “gestione” delle partecipazioni pubbliche: lo stato della razionalizzazione e il censimento annuale

31 Agosto 2020 | di Valentina Guerrieri

Società a partecipazione pubblica

Anche quest'anno le Amministrazioni devono procedere alla trasmissione delle informazioni relative alla revisione periodica delle partecipazioni pubbliche e alla relazione sull'attuazione del precedente piano di razionalizzazione, nonché di quelle relative alle partecipazioni e ai rappresentanti in organi di governo di società ed enti al 31 dicembre 2018. Alla rilevazione procede il Dipartimento del Tesoro attraverso il Portale “Partecipazioni”.

Leggi dopo

Cartolarizzazione dei crediti e questioni di legittimazione attiva e passiva

26 Agosto 2020 | di Fabio Fiorucci

Contratti bancari nell'impresa

La cartolarizzazione dei crediti (L. n. 130/1999) - abitualmente utilizzata dagli intermediari creditizi per una proficua gestione degli NPL - pone alcune questioni di carattere processuale di immediato impatto operativo. In particolare, nelle controversie giudiziarie la giurisprudenza è spesso chiamata a verificare la legittimazione attiva della società cessionaria (Special Purpose Vehicle) nonché la legittimazione passiva della banca cedente (c.d. Originator) e della società cessionaria. Il presente contributo intende realizzare una snella ricognizione degli indirizzi giurisprudenziali di legittimità e di merito maturati in argomento.

Leggi dopo

Associazioni sportive dilettantistiche (ASD). Tra recenti orientamenti giurisprudenziali e riforma del Terzo settore

18 Agosto 2020 | di Francesca Moroni

Enti del Terzo settore

Con ordinanza n. 3746 del 14 febbraio 2020 i giudici della Corte di Cassazione hanno accolto il ricorso dell'Agenzia delle entrate avverso la sentenza della CTR competente che confermava la sussistenza dei presupposti per il riconoscimento del regime agevolativo spettante a un'associazione sportiva dilettantistica, per il mancato versamento dell'IRAP per gli anni di imposta dal 2002 al 2008.

Leggi dopo

I nuovi interventi in materia societaria introdotti dal decreto-legge c.d. “Agosto”

17 Agosto 2020 | di Claudio Sottoriva, Andrea Cerri

Assemblea di s.p.a.: diritto di intervento e di voto; rappresentanza e conflitto di interessi

Il Decreto Agosto (d.l. 14 agosto 2020, n. 104, pubblicato sul S.O. n. 30/L della Gazzetta Ufficiale n. 203) prevede alcuni ulteriori interventi per facilitare la gestione aziendale nella fase post Covid-19. Si presentano in sintesi alcuni dei provvedimenti in materia societaria ritenuti di parti-colare interesse.

Leggi dopo

Decreto Rilancio: il contributo a fondo perduto in favore delle imprese

11 Agosto 2020 | di Orazio Lauri, Alessandro Ireneo Baratta

PMI

L'art. 25 del d.l. n. 34/2020 (Decreto Rilancio, conv. con mod. in l. n. 77/2020), al fine di sostenere i soggetti economici colpiti dalla pandemia, prevede dei contributi a fondo perduto. Gli Autori analizzano la norma e la sua applicabilità in favore delle imprese sottoposte a procedure concorsuali o di risanamento anche in relazione alla normativa comunitaria.

Leggi dopo

Aumento gratuito del capitale sociale nella s.p.a. in pendenza di prestito obbligazionario convertibile

04 Agosto 2020 | di Giovanni Politelli

Aumento gratuito di capitale sociale

L'operazione di aumento gratuito del capitale sociale viene realizzata esclusivamente facendo ricorso alle riserve e agli altri fondi disponibili iscritti in bilancio, ai sensi dell'art. 2442 c.c. La pendenza di un prestito obbligazionario convertibile richiede che in base alle diverse circostanze siano utilizzate determinate tecniche operative come il c.d. “aumento in parte accantonato”, il c.d. “doppio aumento” e la tecnica c.d. “mista dell'aumento in parte accantonato e del doppio aumento”, affinché come i soci anche gli obbligazionisti convertisti possano ricevere l'incremento del numero delle azioni o azioni con valore nominale maggiore.

Leggi dopo

Pagine