Focus

Focus

Le nuove Linee Guida 231. Principi consolidati e rilevanti novità nell'edizione 2021

01 Settembre 2021 | di Fabrizio Sardella

Responsabilità amministrativa degli enti ex d.lgs. 231/2001

L'atteso aggiornamento delle Linee Guida 231 più applicate per la predisposizione dei Modelli organizzativi è (finalmente) realtà. Si tratta di una novità conseguente ai numerosi interventi legislativi che hanno modificato ed ampliato l'operatività del D.Lgs. 231/2001. Le Linee Guida sulla redazione dei Modelli organizzativi emanate da Confindustria nel mese di giugno 2021, aggiornando la precedente versione del 2014, non hanno stravolto l'impianto dell'edizione precedente. L'intento di questo contributo è quello di mettere in luce le maggiori novità della versione attuale delle Linee Guida. Stante l'importanza del tema e la complessità del documento in analisi, lo studio è suddiviso in due parti. La prima parte riguarda le novità contenute nel documento principale.

Leggi dopo

Prime osservazioni sull’obbligo di attivazione del collegio sindacale alla luce della composizione negoziata per la soluzione della crisi d’impresa

24 Agosto 2021 | di Claudio Sottoriva, Andrea Cerri

Collegio sindacale di s.p.a.: poteri, doveri e responsabilità

In data 5 agosto 2021 il Consiglio dei Ministri ha approvato in versione preliminare un decreto-legge recante “Misure urgenti in materia di crisi d’impresa e di risanamento aziendale, nonché ulteriori misure urgenti in materia di giustizia” che, oltre a rinviare l’entrata in vigore del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza, introduce l’istituto della composizione negoziata per la soluzione della crisi d’impresa per l’attivazione del quale è previsto uno specifico obbligo a carico dell’organo di controllo (collegio sindacale e sindaco unico). Il d.l. 24 agosto 2021, n. 118 è stato pubblicato sulla G.U. Si analizzando di seguito i profili che caratterizzano il nuovo istituto e l’impatto sulla governance aziendale avuto riguardo agli organi di controllo societari.

Leggi dopo

Un caso di conferimento abusivo

23 Agosto 2021 | di Giovambattista Palumbo

Abuso del diritto

E' considerata abusiva la combinazione di un conferimento in una società appositamente costituita di partecipazioni di controllo, con la successiva scissione della conferente....

Leggi dopo

L'assegnazione delle partecipazioni sociali

18 Agosto 2021 | di Maria Domenica Marchese

Pignoramento di quote sociali

L'azione esecutiva avente ad oggetto le partecipazioni sociali è tema reso complesso dallo scarno tessuto normativo che ha contribuito, nel tempo, al succedersi, in via interpretativa, di soluzioni eterogenee tra loro.

Leggi dopo

Terzo settore. Pubblicato il D.M. sulle attività diverse

12 Agosto 2021 | di Giuseppe Rivetti, Francesca Moroni

Enti del Terzo settore

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 177 del 26 luglio 2021, il Decreto del Ministero del Lavoro, rubricato Regolamento ai sensi dell'art. 6 del d.lgs. n. 117/2017 (Codice del Terzo settore), concernente l'individuazione di criteri e limiti delle attività diverse degli enti di Terzo settore.

Leggi dopo

Perdita di capitale e responsabilità di amministratori e organo di controllo alla luce delle ultime interpretazioni

09 Agosto 2021 | di Emanuel Monzeglio

Riduzione del capitale sociale per perdite

Il perdurare dello stato di emergenza, unitamente al termine ultimo di approvazione del bilancio 2020, seconda convocazione dell'assemblea dei soci, mantiene ancora vivo il dibattito in merito alla possibilità di neutralizzare gli effetti derivanti dalla perdita di capitale dovuto alle perdite emerse alla data del 31 dicembre 2020.

Leggi dopo

Nuove Linee guida EBA sull'erogazione e monitoraggio del credito

02 Agosto 2021 | di Gianfranco Benvenuto, Stefano Meani

Intermediari finanziari

Lo scorso 30 giugno 2021 sono divenute operative le indicazioni della European Banking Autority (EBA) previste nel Regolamento del 29 maggio 2020, portando a compimento il processo di armonizzazione e adeguamento della normativa europea in materia di valutazione e gestione del merito creditizio delle imprese

Leggi dopo

Note in tema di fideiussione nulla e giudicato

22 Luglio 2021 | di Biagio Riccio, Clara Letizia Riccio

Contratti bancari nell'impresa

Il contributo intende stabilire quale sia il regime giuridico di una fideiussione nulla, quando la medesima sia coperta da un provvedimento di natura giurisdizionale passato in giudicato. L'analisi e lo studio del fenomeno si spinge a rappresentare la possibilità di ritenere che il giudicato non possa coprire un rapporto fondamentale nullo e, pertanto, è possibile intraprendere una lite che abbia come obiettivo preminente proprio quello di ottenere una sentenza che declari la nullità dell'atto - nel nostro esempio la fideiussione invalida- affinché si possa superare l'exceptio iudicati.

Leggi dopo

La liberazione del fideiussore ex art. 1956 c.c.

16 Luglio 2021 | di Fabio Fiorucci

Contratti bancari nell'impresa

In tema di fideiussione per un'obbligazione futura, la persistente erogazione di finanziamenti da parte della banca creditrice a favore del debitore principale, senza chiedere al garante la necessaria autorizzazione pur in presenza di un peggioramento delle condizioni economiche e finanziarie del debitore garantito, costituisce comportamento non improntato al rispetto dei principi di correttezza e buona fede nell'esecuzione del contratto, idoneo a determinare la liberazione del fideiussore dalle obbligazioni future (art. 1956 c.c.). Nel prosieguo saranno illustrate le caratteristiche e le condizioni di operatività dell'art. 1956 c.c., con particolare riferimento agli oneri probatori gravanti sul fideiussore che intenda ‘attivare' l'articolo in commento.

Leggi dopo

La rivalutazione di beni e partecipazioni prevista dal Decreto Agosto: profili di diritto tributario e penale

12 Luglio 2021 | di Claudia Gregori, Niccolò Bertolini Clerici

Immobilizzazioni immateriali

L'art. 110 D.L. n. 104/2020 (c.d. Decreto Agosto) stabilisce che i contribuenti indicati all'art. 73, comma 1, lett. a) e b), T.U.I.R. (società di capitali ed enti pubblici o privati residenti che svolgono attività commerciale), che non adottano i principi internazionali nella redazione del bilancio, possono, anche in deroga all'art. 2426 c.c. e di ogni altra disposizione di legge in materia, rivalutare beni materiali e immateriali nonché le partecipazioni in società controllate e collegate ai sensi dell'art. 2359 c.c., che siano iscritte tra le immobilizzazioni nel bilancio relativo all'esercizio in corso alla data del 31 dicembre 2019.

Leggi dopo

Pagine