Bussola

Compliance

Sommario

Inquadramento | La funzione di compliance: una premessa generale | La funzione di compliance nelle banche | Funzione di compliance e responsabilità degli amministratori di una società per azioni di “diritto comune” | Riferimenti |

 

La compliance è un fenomeno sempre più rilevante e diffuso nell’ “organizzazione” delle società di maggiori dimensioni e, in particolare, nella costruzione di un adeguato sistema di controllo interno. Essa consiste, più precisamente, in una funzione aziendale di controllo (da intendersi nel duplice significato di “struttura/ufficio” ed “attività”) a “disposizione” del management per la gestione di uno specifico rischio, c.d. di (non) conformità alle normative applicabili all’impresa. Se questo è vero, si osserva che, ad eccezione di alcune regole definite dalle Autorità di vigilanza, nell’attuale sistema di diritto societario non esiste una normativa generale in materia, con la conseguenza che la compliance è disciplinata, organizzata ed “esercitata” sulla base delle “migliori prassi” del settore di riferimento, nazionali e non. In questa prospettiva, il presente contributo si propone pertanto di ricostruire una qualche disciplina della funzione di conformità e, da ultimo, di esaminare la questione - per la quale, in assenza di previsioni normative, sembra emergere un interesse sempre maggiore - della responsabilità degli amministratori di una società per azioni di “diritto comune” in materia di compliance.

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Le Bussole correlate >