News

Compensi per la carica di sindaco non soggetti a Irap

I compensi percepiti per la carica di sindaco non sono soggetti ad Irap, in quanto riconducibili all’attività di vigilanza e di controllo esercitata personalmente dal professionista nominato senza apporto dell’autonoma organizzazione riferibile allo studio professionale o all’associazione.

Ad affermarlo è l’AIDC, l’Associazione italiana dottori commercialisti, nella norma di comportamento n. 215, di recente pubblicazione.

Il documento ricorda come i redditi derivanti dall’esercizio di un’attività professionale siano imponibili ai fini Irap, ai sensi dell’art. 2, d.lgs. n. 446/1997, se prodotti dal professionista con l’ausilio di un’autonoma organizzazione.

Gli onorari percepiti da un professionista per la funzione di sindaco di società non sono soggetti ad Irap, in quanto non sono ascrivibili ad un’attività autonomamente organizzata, ma unicamente all’incarico espletato in proprio dal singolo professionista, quale organo di una compagine societaria; l’AIDC precisa che, però, la non assoggettabilità ad Irap di tali onorari è subordinata a determinate condizioni.

Leggi dopo