News

Chiarimenti sull’attestazione notarile sulla consistenza patrimoniale per l’iscrizione al Runts

21 Giugno 2022 |

Ministero del Lavoro

Enti del Terzo settore

Il Ministero del Lavoro, con nota n. 9184 del 16 giugno, fornisce chiarimenti sulla validità temporale della documentazione contabile ai fini dell'attestazione notarile circa la consistenza del patrimonio, ai fini dell'iscrizione al RUNTS degli enti in trasmigrazione già dotati di personalità giuridica.

Presupposto per l’iscrizione di tali enti, infatti, è un’attestazione notarile circa la sussistenza del patrimonio minimo. Il riferimento normativo è costituito dall’art. 54 del Codice del Terzo settore (d.lgs. n. 117/2017) e le indicazioni operative sono contenute nella Circolare n. 9 dello scorso 21 aprile, che si è occupata, appunto, della trasmigrazione dei dati delle ODV e delle APS iscritte ai Registri delle Regioni e delle Province autonome e del procedimento di verifica dei requisiti per l’iscrizione al RUNTS.

La circolare evidenzia, in particolare, la necessità che la verifica circa la sussistenza del patrimonio minimo, non sia “temporalmente distante dal momento della proposizione dell'istanza di scrizione al RUNTS, a garanzia dell'attualità delle valutazioni effettuate, ai fini delle quali, inoltre, è necessario che il notaio possa disporre di una documentazione di supporto affidabile”.

In sostanza, gli enti già in possesso di personalità giuridica devono presentare la domanda di iscrizione entro un termine di 120 dal deposito dei bilanci (individuati quale documentazione di riferimento per l’attestazione notarile). È stata avanzata la richiesta di un ampliamento del termine a 180 giorni, per il solo periodo di primo popolamento del RUNTS e unicamente con riferimento al bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2021.

La nota ministeriale rimette la questione alla prudente valutazione del notaio incaricato, che potrà in tal senso, anche sulla base delle interlocuzioni con il revisore legale interno o esterno all'ente, procedere alle attestazioni di propria competenza utilizzando a tal fine documentazione contabile aggiornata ad un termine antecedente superiore ai 120 giorni e comunque non superiore ai 180.

 

Leggi dopo