News

Alle S.U. la questione sulla nullità delle fideiussioni bancarie secondo il modello ABI

Con ordinanza interlocutoria n. 11486, depositata lo scorso 30 aprile, la I Sezione Civile della Cassazione rimette alle Sezioni Unite la questione di massima, che riveste particolare importanza, se la nullità dei contratti stipulati in conformità di intese restrittive della concorrenza sia applicabile anche alle fideiussoni bancarie prestate in conformità alle condizioni uniformi predisposte dall’ABI, già riconosciute dalla Banca di Italia in contrasto con l’art. 2, comma 2, lett. a), l. 287/1990.

Le Sezioni Unite sono chiamate in particolare, a stabilire:

a) se la coincidenza totale o parziale con le predette condizioni giustifichi la dichiarazione di nullità delle clausole accettate dal fideiussore o legittimi esclusivamente l’esercizio dell’azione di risarcimento del danno,

b) nel primo caso, quale sia il regime applicabile all’azione di nullità, sotto il profilo della tipologia del vizio e della legittimazione a farlo valere,

c) se sia ammissibile una dichiarazione di nullità parziale della fideiussione, e

d) se l’indagine a tal fine richiesta debba avere ad oggetto, oltre alla predetta coincidenza, la potenziale volontà delle parti di prestare ugualmente il proprio consenso al rilascio della garanzia, ovvero l’esclusione di un mutamento dell’assetto d’interessi derivante dal contratto.

 

Leggi dopo