News

Accordo UE per rafforzare la parità di genere nei c.d.a. delle società quotate

Il Consiglio UE ha adottato, nella seduta dello scorso 14 marzo, un orientamento generale su una proposta legislativa europea volta a rafforzare la parità di genere nei consigli di amministrazione: la direttiva intende fissare un obiettivo quantitativo per la percentuale di membri del sesso sottorappresentato nei consigli di amministrazione delle società quotate, pari al 40% per gli amministratori senza incarichi esecutivi oppure al 33% per tutti i membri del c.d.a.

Qualche passo è già stato mosso a livello nazionale, da singoli Stati membri, anche se la strada è ancora lunga e lo squilibrio persiste; in ogni caso, il Consiglio evidenzia che i paesi che abbiano già introdotto misure, come obiettivi nazionali per raggiungere una rappresentanza più equilibrata di genere, possono sospendere i requisiti in materia di nomina o elezione previsti dalla direttiva.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >