Casi e sentenze

Il contratto concluso dal rappresentante senza spendita del nome sociale non produce effetti verso la società

19 Novembre 2019 |

Tribunale di Roma

Rappresentanza nelle società di capitali

Nelle società di capitali, l’atto compiuto dal componente del c.d.a. in assenza di preventiva deliberazione dell’organo competente e senza la spendita del nome sociale, è equiparabile al negozio compiuto dal falsus procurator e non produce alcun effetto nei confronti della società salvo che non intervenga la successiva ratifica di quest'ultima.

Affinché il contratto concluso dal rappresentante (normalmente l’amministratore, ex art. 2475-bis c.c.) produca effetti in capo al rappresentato, è necessaria la cd. contemplatio domini, cioè la esternazione da parte del rappresentante dei suoi poteri rappresentativi e del fatto che tale soggetto stia concludendo l'affare in nome e per conto non proprio, ma del soggetto rappresentato.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >