Autorità e Prassi

Aggiornato il Protocollo d’intesa Banca d’Italia-Consob

La Banca d’Italia e la Commissione nazionale per le società e la Borsa (Consob) hanno condiviso il 5 novembre 2019 un nuovo Protocollo d’intesa in materia di servizi e attività di investimento e di gestione collettiva del risparmio, in sostituzione di quello precedente risalente al 2007.

L'opportunità di una azione condivisa dei due Organismi di vigilanza è espressamente stabilita dal Testo unico della Finanza (d.lgs. n. 58/1998, c.d. TUF), secondo cui Banca d’Italia e Consob devono prevedere, mediante protocollo di intesa, le opportune misure di coordinamento nello svolgimento delle attività di rispettiva competenza.

L’aggiornamento è finalizzato ad adeguare e armonizzare la cooperazione tra le due Autorità alle novità normative intervenute negli ultimi anni e intende accrescere il grado complessivo di efficacia ed efficienza del coordinamento delle rispettive attività di supervisione.

Il Protocollo ridefinisce l’ambito della collaborazione tra la Banca d’Italia e la Consob alla luce delle competenze della BCE nel contesto del Single Supervisory Mechanism; disciplina le modalità di esercizio dei poteri regolamentari delle due Autorità, in coerenza con le modifiche del quadro normativo di attuazione della MiFID II; definisce lo scambio di informazioni acquisite nell’ambito dei controlli di rispettiva competenza e le modalità di cooperazione in materia ispettiva; contiene previsioni volte ad assicurare il coordinamento in caso di accertamento di irregolarità e in materia di gestione delle crisi dei soggetti abilitati; detta disposizioni per il coordinamento delle procedure per l’emanazione dei provvedimenti autorizzativi per i quali il TUF prevede l’intesa o il rilascio di pareri tra le due Autorità.

Leggi dopo