News

News

Anche gli amministratori non esecutivi di società bancarie hanno l’obbligo di agire informati

17 Luglio 2018 | di La Redazione

Cass. Civ.

Amministrazione delegata

I consiglieri non esecutivi di società bancarie devono possedere ed esprimere cosante e adeguata conoscenza del business bancario e hanno l’obbligo di contribuire ad assicurare un governo efficace dei rischi, in applicazione del generale dovere di agire informati, sancito dall’art. 2381, comma 6, c.c.

Leggi dopo

Osservatorio sulla Cassazione – Giugno 2018

13 Luglio 2018 | di La Redazione

Società di capitali

Torna l'appuntamento mensile con l'Osservatorio, una selezione delle più interessanti sentenze di legittimità depositate nel mese di Giugno.

Leggi dopo

Cndcec al lavoro sulle linee guida sul comportamento degli organi sociali degli Enti del Terzo Settore

09 Luglio 2018 | di La Redazione

Enti del Terzo settore

Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili e l’Associazione dei centri di servizio per il volontariato hanno firmato un protocollo d’intesa finalizzato alla realizzazione di linee guida per il comportamento degli organi sociali degli enti del Terzo Settore.

Leggi dopo

L’opzione put non costituisce elusione del divieto di patto leonino

05 Luglio 2018 | di La Redazione

Cass. Civ.

Diritto di opzione

Non viola il patto leonino, e non è pertanto nulla ex art. 2265 c.c., l’accordo parasociale con cui un socio si obblighi a manlevare l’altro dalle eventuali conseguenze negative del conferimento effettuato in società, mediante l’attribuzione di un diritto di vendita, l’opzione put, con il corrispondente obbligo di acquisto delle partecipazioni a prezzo predeterminato, con interessi idonei a neutralizzare la perdita di valore medio tempore avvenuta.

Leggi dopo

Società estinta: i soci rispondono per i crediti erariali anche senza esecutività dell’accertamento

04 Luglio 2018 | di La Redazione

Cass. Civ.

Estinzione delle società di capitali

I soci di società estinta rispondono per i crediti erariali oggetto di accertamento sopravvenuto alla data di cancellazione della società: la loro responsabilità opera anche in mancanza di definitività del debito tributario.

Leggi dopo

Il decreto Dignità “cancella” le società sportive dilettantistiche lucrative

04 Luglio 2018 | di La Redazione

Società sportive

Le società sportive dilettantistiche non possono avere scopo di lucro: a fare marcia indietro, rispetto alla novità introdotta dalla Legge di Bilancio 2018, è stato il primo atto ufficiale del nuovo Governo, il decreto legge c.d. Dignità, recante misure urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese, approvato dal Consiglio dei Ministri n. 8 dello scorso 2 luglio.

Leggi dopo

Escluse dal voto sulla proposta di concordato fallimentare le società correlate alla proponente

29 Giugno 2018 | di La Redazione

Cass. Civ.

Concordato fallimentare

Sono escluse dal voto sulla proposta di concordato fallimentare e dal calcolo delle maggioranze le società che controllano la società proponente o sono da essa controllate o sono sottoposte a comune controllo.

Leggi dopo

La relazione sulla gestione: l’analisi del Cndcec

29 Giugno 2018 | di La Redazione

Relazione sulla gestione

Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili e Confindustria dedicano un approfondimento alla Relazione sulla gestione.

Leggi dopo

Avvocato Generale Corte UE: sull’acquisto di partecipazioni qualificate nelle Banche decidono la BCE e la CGUE

28 Giugno 2018 | di La Redazione

CGUE

Acquisto di partecipazioni rilevanti, limiti e doveri informativi

Spetta esclusivamente alla BCE la decisione finale sull’autorizzazione ad acquisire o aumentare le partecipazioni qualificate in enti creditizi, all’esito di un procedimento amministrativo di natura mista, in cui le autorità di vigilanza nazionali compiono atti preparatori. Di conseguenza, la competenza a svolgere il controllo giurisdizionale spetta alla Corte di Giustizia UE e non ai giudici nazionali.

Leggi dopo

Concordato e atti in frode: il silenzio del debitore legittima il fallimento

27 Giugno 2018 | di La Redazione

Cass. Civ.

Concordato preventivo

Integra un atto in frode il silenzio serbato dal debitore nella proposta di concordato e nei suoi allegati in ordine ad operazioni suscettibili di assumere rilievo per il soddisfacimento dei creditori in caso di fallimento, quale certamente è un’operazione di scissione patrimoniale realizzata dal debitore che sia già insolvente.

Leggi dopo

Pagine