News

News su Finanziamenti e apporti spontanei dei soci

Restituzione dei versamenti al socio: l’annotazione sui registri contabili è sufficiente per la qualificazione dell’erogazione?

24 Febbraio 2020 | di La Redazione

Cass. Civ.

Finanziamenti e apporti spontanei dei soci

In caso di domanda del socio di una società di capitali diretta alla condanna della società a restituirgli somme da lui in precedenza versate, egli deve dimostrare che detto versamento sia stato eseguito per un titolo che giustifichi la pretesa di restituzione. Tale prova deve essere tratta non tanto dalla denominazione con la quale il versamento è stato registrato nelle scritture contabili della società, quanto soprattutto dal modo in cui concretamente è stato attuato il rapporto, dalle finalità pratiche cui esso appare essere diretto e dagli interessi che vi sono sottesi.

Leggi dopo

La postergazione è norma sostanziale e opera anche durante la vita della società

16 Maggio 2019 | di La Redazione

Cass. Civ.

Finanziamenti e apporti spontanei dei soci

L’art. 2467 c.c., che prevede la postergazione del finanziamento del socio in presenza di determinate condizioni, è norma sostanziale applicabile anche durante la vita della società, con la conseguenza che la società deve rifiutare la richiesta di rimborso operata dal socio, qualora sussista la situazione di difficoltà economico-finanziaria prescritta dalla legge.

Leggi dopo

Per la restituzione delle erogazioni effettuate dal socio alla società conta la qualificazione

24 Agosto 2018 | di La Redazione

Cass. Civ.

Finanziamenti e apporti spontanei dei soci

I versamenti di denaro effettuati dai soci in favore della società devono essere restituiti solo se sono qualificati come finanziamenti, e spetta al socio attore in restituzione provare che ha inteso effettuare un finanziamento e non un versamento.

Leggi dopo

Postergazione dei finanziamenti dei soci anche nelle s.p.a.

21 Giugno 2018 | di La Redazione

Cass. Civ.

Finanziamenti e apporti spontanei dei soci

In tema di postergazione dei finanziamenti dei soci, l’art 2467 c.c., dettato per le s.r.l., può essere applicato anche alle s.p.a. quando, per entità o qualità partecipativa, i soci si trovino in una situazione concreta assimilabile a quella dei soci di s.r.l.

Leggi dopo

Competente il Tribunale fallimentare sull’azione del curatore per la restituzione del rimborso dei finanziamento soci

27 Ottobre 2017 | di La Redazione

Cass. Civ.

Finanziamenti e apporti spontanei dei soci

L’azione del curatore, volta alla restituzione del rimborso operato dalla società per i finanziamenti dei soci nell’anno antecedente al fallimento, ex art. 2467 c.c., trae origine dal fallimento stesso: di conseguenza, sussiste la competenza funzionale del tribunale che ha dichiarato il fallimento e non quella delle Sezioni Specializzate.

Leggi dopo

Prescrizione decennale per l’azione di recupero del finanziamento dei soci

15 Marzo 2017 | di La Redazione

Cass. Civ.

Finanziamenti e apporti spontanei dei soci

Il termine di prescrizione breve, quinquennale, previsto dall’art. 2949 c.c., ha portata ristretta e riguarda unicamente i diritti derivanti da rapporti che ineriscono il rapporto sociale, in dipendenza diretta dal contratto sociale, con esclusione di situazioni legate solo occasionalmente all’organizzazione dell’ente, quali le azioni di regresso del socio, per recuperare il finanziamento pro quota della società e i pagamenti dei debiti sociali.

Leggi dopo

In vigore il Milleproroghe

02 Marzo 2017 | di La Redazione

Legge 27 febbraio 2017

Finanziamenti e apporti spontanei dei soci

Il Decreto Milleproroghe è legge: pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 49 del 28 febbraio, la legge di conversione, legge 27 febbraio 2017, n. 19, è già entrata in vigore.

Leggi dopo

Il maxiemendamento al Milleproroghe abroga la comunicazione dei beni ai soci

17 Febbraio 2017 | di La Redazione

Finanziamenti e apporti spontanei dei soci

Il Senato ha approvato ieri, con voto di fiducia, il maxiemendamento al Ddl di conversione del Decreto n. 244/2016, c.d. Milleproroghe. Tra le novità, cade l’obbligo di comunicazione dei beni concessi in godimento ai soci e dei finanziamenti e le capitalizzazioni effettuati da persone fisiche, soci o familiari dell’imprenditore, verso la società.

Leggi dopo

FNC: comunicazione dei beni ai soci e dei finanziamenti e capitalizzazioni

18 Ottobre 2016 | di La Redazione

FNC - Check list Comunicazione beni ai soci .pdf

Finanziamenti e apporti spontanei dei soci

Il 13 ottobre 2016 la Fondazione Nazionale dei Commercialisti ha pubblicato sul proprio sito ufficiale un approfondimento dal titolo “Check List – La comunicazione dei beni ai soci e la comunicazione dei finanziamenti e delle capitalizzazioni”. Obiettivo del contributo è quello di fornire il maggior numero di informazioni, soprattutto pratiche - anche attraverso il richiamo ad esempi concreti-, sulle due comunicazioni.

Leggi dopo

Presunzioni applicabili ai finanziamenti infruttiferi dei soci

16 Marzo 2016 | di La Redazione

Finanziamenti e apporti spontanei dei soci

Con la norma di comportamento n. 194 del marzo 2016, l’AIDC (Associazione italiana dottori commercialisti) fornisce chiarimenti sull’applicazione della presunzione di cui all’art. 46 TUIR, in base al quale “le somme versate alle società commerciali (...) dai loro soci (...) si considerano date a mutuo, se dai bilanci o dai rendiconti di tali soggetti non risulta che il versamento è stato fatto ad altro titolo”.

Leggi dopo

Pagine