Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

L'anatocismo nei mutui bancari

25 Luglio 2016 | di Fabio Fiorucci

Cass. Civ.

Anatocismo bancario

L'avvenuta trasformazione del credito fondiario in un contratto di finanziamento a medio e lungo termine garantito da ipoteca di primo grado su immobili comporta l'applicazione delle limitazioni di cui all'art. 1283 c.c.: il mancato pagamento di una rata di mutuo non determina più l'obbligo (prima normativamente previsto) di corrispondere gli interessi di mora sull'intera rata, inclusa la parte rappresentata dagli interessi corrispettivi.

Leggi dopo

R.T.I.: sub-procura conferita dal rappresentante della capogruppo

22 Luglio 2016 | di Silvia Zenati

Cass. Civ.

Associazione temporanea di impresa

Sebbene, ex art. 11, comma 4, D.lgs. 17 marzo 1995, n. 157, le imprese partecipanti ad una gara d’appalto e all'uopo riunite nella forma del raggruppamento temporaneo, siano tenute a conferire mandato speciale con rappresentanza ad una sola di esse e contestuale procura al legale rappresentante di quest'ultima, ciò non preclude la nomina, da parte di costui, di un sub-procuratore incaricato di curare determinati affari in nome e per conto del raggruppamento medesimo.

Leggi dopo

Notizie “vere” e “false” nell’ambito del bilancio d’impresa

18 Luglio 2016 | di Marco Zanchi, Francesco Rubino, Chiara Langè

Cass. Civ.

Manipolazione del mercato

Il metodo di calcolo utilizzato per la lettura di dati di bilancio non può essere qualificato in termini di falsità o verità essendo l’espressione di un apprezzamento di tipo valutativo che origina dall’impiego di modelli matematico-finanziari (nel caso di specie, la Corte ha affermato che il calcolo del mark to market non esprime un valore concreto ed attuale, ma esclusivamente una proiezione finanziaria basata sul valore teorico di mercato e pertanto non può essere assoggettato ad un giudizio di verosimiglianza).

Leggi dopo

Orientamenti giurisprudenziali sulla cancellazione d’ufficio delle iscrizioni

14 Luglio 2016 | di Tiziana Cappelletti

Tribunale di Roma

Registro delle imprese

La cancellazione di una società di capitali dal Registro delle imprese (e la connessa estinzione) è il risultato di una fattispecie a formazione progressiva, articolata nell’accertamento della causa di scioglimento, nella nomina assembleare del liquidatore e nell’attività di liquidazione in senso proprio, culminante nell'approvazione del bilancio finale di liquidazione, dopo la quale si può richiedere la cancellazione della società dal Registro delle imprese.

Leggi dopo

L’holding persona fisica: responsabilità e fallibilità

11 Luglio 2016 | di Enrico Mugnai, Paolo Cellini

Tribunale di Milano

Holding persona fisica

L’assoggettamento a dichiarazione di fallimento di una holding persona fisica richiede l’accertamento in capo a tale soggetto dei profili paradigmatici dello status di imprenditore individuale (esercizio in proprio dell’attività mediante spendita del nome, economicità della gestione, professionalità e organizzazione imprenditoriale).

Leggi dopo

Il nuovo falso in bilancio

07 Luglio 2016 | di Gabriele Minniti

Cass. Pen.

False comunicazioni sociali

La mancata esposizione nel bilancio di poste attive e passive effettivamente esistenti nel patrimonio della società rappresenta un fatto certamente riconducibile allo schema della nuova incriminazione del reato di false comunicazioni sociali delle società quotate, anche qualora si propenda per un’interpretazione restrittiva della nozione di “fatti materiali”.

Leggi dopo

La Consulta sul divieto di bis in idem: inammissibilità delle questioni

05 Luglio 2016 | di Niccolò Bertolini Clerici

Corte Cost.

Insider trading (abuso di informazioni privilegiate)

Sono inammissibili le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 187-bis, comma 1, D. Lgs. n. 58/1998 (Testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria) e dell’art. 649 c.p.p., sollevate, dalla quinta sezione penale della Corte di Cassazione, per violazione dell’art. 117, comma 1, della Costituzione, in relazione all’art. 4 del Protocollo n. 7 della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, adottato a Strasburgo il 22 novembre 1984, ratificato e reso esecutivo con la legge 9 aprile 1990, n. 98.

Leggi dopo

Revoca ingiustificata delle deleghe all'amministratore e risarcimento del danno

30 Giugno 2016 | di Martino Liva

Cass. Civ.

Amministrazione delegata

La delibera con cui il consiglio di amministrazione revoca i poteri conferiti ad uno degli amministratori deve essere assistita da "giusta causa", anche in applicazione analogica dell'art. 2383, comma 3, c.c.; in caso contrario, non costituendo tale revoca un atto di organizzazione insindacabile, deve essere riconosciuto all'amministratore le cui deleghe sono state revocate, il diritto al risarcimento dei danni eventualmente patiti.

Leggi dopo

Diritto di controllo del socio nelle s.r.l.

27 Giugno 2016 | di Dario Scarpa

Tribunale di Napoli

Controllo interno nella s.r.l.

Il controllo attivo del socio sulla governance non può soffrire limitazioni, estendendosi a tutti i libri sociali ed ai documenti relativi all’amministrazione, anche se presenti presso terzi. Al riguardo non si può impedire al socio di prendere visione ed estrarre copie di ogni documento societario, in ragione del fatto che il socio si pone come soggetto intraneo all’ente rispetto al quale non può valere alcuna esigenza di riservatezza propria della compagine partecipata.

Leggi dopo

Violazione del dovere di vigilanza e responsabilità del collegio sindacale

21 Giugno 2016 | di Valentina Compiani

Cass. Civ.

Revisore legale dei conti

I membri del collegio sindacale di una società quotata, avente ad oggetto attività di investimento hanno il dovere di vigilare sugli organi amministrativi e gestionali, di verificare l'adeguatezza delle metodologie finalizzate al controllo interno della società stessa e l’obbligo di denunciare alla Consob eventuali irregolarità, pena il rischio di essere sanzionabili a titolo di concorso omissivo.

Leggi dopo

Pagine