Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

L’estensione del diritto di controllo ex art. 2476, comma 2, c.c., alle società controllate dalla s.r.l.

27 Maggio 2019 | di Simone Legnani

Tribunale di Torino

Controllo interno nella s.r.l.

Il socio di una s.r.l. ha il diritto di ricevere, ai sensi dell’art. 2476, comma 2, c.c., le notizie e i documenti relativi agli affari sociali delle società controllate - direttamente o anche indirettamente - dalla stessa s.r.l., che gli amministratori di quest’ultima abbiano il dovere di acquisire nell’ambito dell’esercizio della loro attività di gestione.

Leggi dopo

Distrazione di somme aziendali e reato di appropriazione indebita: la Cassazione mette alcuni paletti

23 Maggio 2019 | di Ciro Santoriello

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

Non integra il reato di appropriazione indebita, ma una mera condotta di distrazione non rilevante ai sensi dell'art. 646 c.p., non rappresentando una violazione di tale previsione il compimento, da parte dell'amministratore di una società di capitali, di atti di disposizione patrimoniale comunque idonei a soddisfare anche indirettamente l'interesse sociale, e non un interesse esclusivamente personale del disponente.

Leggi dopo

Mancata esecuzione di un conferimento ed esclusione del socio

20 Maggio 2019 | di Martino Liva

Tribunale di Roma
Tribunale di Roma

Mancata esecuzione dei conferimenti

La mancata esecuzione di un conferimento di prestazione di servizi promessi in sede di atto costitutivo di una società a responsabilità limitata e il mancato rinnovo della polizza fideiussoria di cui all'art. 2464, comma 6, c.c., ottenuta dal socio a garanzia della sua prestazione di conferimento di servizi sono, entrambi, inadempimenti idonei e sufficienti a giustificare il ricorso alla procedura di vendita in danno e successiva esclusione del socio moroso di cui all'art. 2466 c.c.

Leggi dopo

I rapporti tra sezioni ordinarie e specializzate per l’impresa: serve l’intervento nomofilattico

24 Aprile 2019 | di Mariacarla Giorgetti, Alessio Luca Bonafine

Cass. Civ.

Sezioni specializzate in materia di imprese

Va rimessa al Primo Presidente, perché valuti l’opportunità di rimessione alle Sezioni Unite, la questione della configurabilità come decisione sulla competenza dell’ordinanza con cui il giudice assegnato ad una sezione ordinaria declini la propria potestà giurisdizionale in favore di sezione specializzata dello stesso Tribunale.

Leggi dopo

Natura gratuita del trust familiare

16 Aprile 2019 | di Giovambattista Palumbo

Cass. Civ.

Trust e impresa

L'istituzione di trust familiare non integra, di per sé, adempimento di un dovere giuridico, non essendo obbligatorio per legge, ma configura un atto a titolo gratuito, non trovando contropartita in un'attribuzione in favore dei disponenti.

Leggi dopo

Inadempimento contrattuale e danno sociale da perdita di beni aziendali: problematiche sul nesso

02 Aprile 2019 | di Francesca Gambato Caberlotto

Cass. Civ.

Continuità aziendale

La parte che pretende il riconoscimento di un danno sociale per mancato utilizzo di beni aziendali (lucro cessante) ha l’onere di provare il nesso causale diretto ed immediato tra l’indisponibilità dei beni, correlata all’inadempimento contrattuale e la perdita economica registrata nell’esercizio sociale

Leggi dopo

Il trattamento dei creditori postergati nel concordato preventivo

28 Marzo 2019 | di Stefano Morri

Cass. Civ.

Concordato preventivo

Nel concordato preventivo la proposta del debitore, di suddivisione dei creditori in classi, può prevedere il riconoscimento del diritto di voto a quei creditori che siano stati inseriti in apposita classe e postergati, perché titolari di crediti inerenti il rimborso ai soci di finanziamenti a favore della società, nelle ipotesi previste dall'art. 2467 c.c., purché il trattamento previsto per detti creditori sia tale da non derogare alla regola del loro soddisfacimento sempre posposto rispetto a quello, integrale, degli altri chirografari.

Leggi dopo

Autoriciclaggio e operazioni infragruppo. Sulla qualificazione delle condotte distrattive

22 Marzo 2019 | di Maria Hilda Schettino

Cass. Pen.

Antiriciclaggio

Con il ricorso proposto avverso l'ordinanza cautelare, la difesa ha voluto sottoporre all'esame dei giudici di legittimità - tra le altre - la questione dell'erronea ulteriore qualificazione delle condotte distrattive come ipotesi di autoriciclaggio, oltre che come fatti di bancarotta fraudolenta, ritenendo la motivazione del provvedimento...

Leggi dopo

Legittimazione degli amministratori di s.p.a. ad impugnare una deliberazione invalida assunta dall’assemblea

11 Marzo 2019 | di Mario Furno

Tribunale di Roma

Impugnazione di delibere assembleari

In caso di Consiglio di Amministrazione di S.p.A., l’attribuzione della facoltà di impugnativa della deliberazione assunta dai soci avviene non in favore dei singoli componenti, ma dell’organo amministrativo nel suo complesso

Leggi dopo

Bancarotta. Il concorso del professionista nel reato

07 Marzo 2019 | di Gabriele Minniti

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

La questione che viene rimessa all'esame della Corte di legittimità è se, ai fini della configurabilità, in capo all'extraneus, del concorso nel reato di bancarotta, occorre avere riguardo al momento consumativo di tale fattispecie criminosa, coincidente con la dichiarazione di fallimento, oppure è necessario individuare quando sono stati posti in essere i singoli segmenti della condotta illecita da parte dell'intraneus.

Leggi dopo

Pagine