Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Rappresentanza dell’ente in giudizio. Il vademecum della Cassazione

30 Agosto 2019 | di Ciro Santoriello

Cass. Pen.

Rappresentanza nelle società di capitali

Come è noto, nel procedimento nei suoi confronti la costituzione della società deve avvenire secondo le modalità indicate nell'art. 39d.lgs. 231 del 2001, il quale prevede che la persona giuridica interviene in giudizio con il proprio rappresentante legale quale risulta dalla legge o dallo statuto societario: in caso di mancata costituzione, ne viene invece dichiarata la contumacia conformemente ai principi generali del processo penale.

Leggi dopo

Usufrutto di partecipazioni sociali e diritto di intervento in assemblea

21 Agosto 2019 | di Paolo Cagliari

Tribunale di Firenze

Pegno, usufrutto e sequestro di azioni

L’art. 2370 c.c. esprime un principio di carattere generale, derogabile solo nelle ipotesi espressamente previste dal legislatore, in forza del quale il diritto di intervenire all’assemblea è strettamente funzionale all’esercizio del voto

Leggi dopo

Natura distrattiva di un’operazione infragruppo e vantaggi compensativi

13 Agosto 2019 | di Francesco Spina

Cass. Pen.

Responsabilità e vantaggi compensativi nei gruppi

In tema di reati fallimentari, in presenza di un’operazione infragruppo posta in essere dall’amministratore di una società fallita a vantaggio di altre imprese collegate o facenti parte dello stesso gruppo, oggettivamente integrante il reato di bancarotta distrattiva, al fine di escludere la natura distrattiva di detta operazione, l’amministratore deve provare l’evidente vantaggio compensativo conseguito dalla singola società che è stata impoverita, dimostrando che la sua condotta non ha danneggiato detta società

Leggi dopo

Gli effetti dell’accertamento con adesione di società di persone nei confronti dei soci non aderenti

06 Agosto 2019 | di Simone Marzo

Cass. Civ.

Società di persone

Non sussiste litisconsorzio necessario nell’ipotesi in cui un socio di società di persone impugni l’avviso emesso a suo carico sulla base dell’accertamento con adesione perfezionato dalla società e avente ad oggetto maggiori redditi imputati per trasparenza, poiché l’adesione della società ha efficacia vincolante anche per il socio non aderente. Questi può impugnare soltanto per motivi di carattere personale.

Leggi dopo

Bancarotta fraudolenta e restituzione all’amministratore di finanziamenti in precedenza concessi

29 Luglio 2019 | di Ciro Santoriello

Cass. Pen.

Finanziamenti e apporti spontanei dei soci

Integra l'ipotesi di bancarotta per distrazione la condotta dell'amministratore di una società, che, quale socio creditore della stessa, recuperi, in periodo di dissesto, finanziamenti da lui in precedenza concessi...

Leggi dopo

Cessione fittizia di usufrutto di quote sociali

18 Luglio 2019 | di Giovambattista Palumbo

Cass. Civ.

Pegno, usufrutto e sequestro di azioni

Il disconoscimento, per interposizione ex art. 37, comma 3, d.P.R. n. 600/1973, di un contratto di cessione di quote societarie determina il ripristino della situazione anteriore alla cessione.

Leggi dopo

Esterovestizione: la rilevanza della sede dell’amministrazione

25 Giugno 2019 | di Giovambattista Palumbo

Cass. Civ.

Sede sociale

Si considerano fiscalmente residenti in Italia le società e gli enti che, per la maggior parte del periodo d'imposta, hanno sede legale o dell'amministrazione nel territorio dello Stato. La nozione di sede dell'amministrazione, in quanto contrapposta alla sede legale, coincide con quella di sede effettiva, intesa come il luogo ove hanno concreto svolgimento le attività amministrative e di direzione dell'ente.

Leggi dopo

La natura «sostanziale» del regime della postergazione dei finanziamenti soci

20 Giugno 2019 | di Guido Romano

Cass. Civ.

Finanziamenti e apporti spontanei dei soci

La postergazione disposta dall’art. 2467 c.c. opera già durante la vita della società e non solo nel momento in cui si apra un concorso formale con gli altri creditori sociali, integrando una condizione di inesigibilità legale e temporanea del diritto del socio alla restituzione del finanziamento, sino a quando non sia superata la situazione prevista dalla norma.

Leggi dopo

La restituzione dei versamenti a favore dei soci della fallita, tra bancarotta per distrazione e preferenziale

17 Giugno 2019 | di Marco Marzari

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

Integra condotta tipica del reato di bancarotta fraudolenta per distrazione la restituzione ai soci delle somme dagli stessi conferite a titolo di versamenti “in conto capitale” durante il corso della vita della società, ciò alla luce della natura dei versamenti di cui si tratta, che non consente di poterli identificare con il capitale sociale, né di considerarli alla stregua di conferimenti operati dai soci a titolo di mutuo.

Leggi dopo

Modalità di adeguamento dei contratti bancari alla Delibera CICR 9 febbraio 2000

03 Giugno 2019 | di Fabio Fiorucci

Cass. Civ.

Contratti bancari nell'impresa

La delibera CICR 9 febbraio 2000 ha mantenuto intatto il proprio vigore anche dopo la pronuncia di incostituzionalità del comma 3 dell'art. 25 d.lgs. n. 342/1999 ed è, quindi, pienamente idonea a regolamentare, sul piano attuativo, la prescrizione concernente l'adeguamento dei contratti in precedenza conclusi al nuovo regime.

Leggi dopo

Pagine