Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

L'usurarietà degli interessi di mora non si comunica agli interessi corrispettivi

04 Dicembre 2019 | di Fabio Fiorucci

Cass. Civ.

Usura bancaria

L'usurarietà degli interessi moratori non si comunica agli interessi corrispettivi inferiori al tasso soglia usura.

Leggi dopo

La regola della postergazione non pregiudica la sottoscrizione del capitale con compensazione del credito

28 Novembre 2019 | di Martino Liva

Tribunale di Bologna

Finanziamenti e apporti spontanei dei soci

La disciplina in tema di postergazione dei finanziamenti soci di cui all'art. 2467 c.c. è posta a tutela delle aspettative dei creditori terzi e della società, a fronte di richieste di rimborso relative a crediti non ancora esigibili; la norma deve ritenersi applicabile per analogia anche alle società per azioni, ove abbiano una ristretta base azionaria e il socio finanziatore sia titolare di una posizione influente, o comunque informata, all’interno della società.

Leggi dopo

Il reato di infedeltà patrimoniale: la tipicità del fatto e la procedibilità a querela

21 Novembre 2019 | di Enrico Corucci

Cass. Pen.

Infedeltà patrimoniale

Ai fini della configurabilità del reato di infedeltà patrimoniale di cui all’art. 2634, comma 1 c.c., è necessario un antagonismo di interessi effettivo, attuale e oggettivamente valutabile tra il soggetto attivo e la società in ragione del quale il primo si trovi in una posizione antitetica rispetto a quella dell’ente tale da pregiudicarne gli interessi tramite l’atto di disposizione deliberato, non essendo sufficiente, ai fini della configurabilità di tale antagonismo, che siano stati compiuti atti improntati ad illiceità sistematica.

Leggi dopo

Usura e interessi moratori: in attesa delle Sezioni Unite

15 Novembre 2019 | di Fabio Fiorucci

Cass. Civ.

Usura bancaria

Va rimessa al Primo Presidente, per l'eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, la trattazione delle seguenti questioni: a) se alla stregua del tenore letterale degli artt. 644 c.p. e 2 l. n. 108/1996, nonché dalle indicazioni emergenti dai lavori preparatori di quest'ultima legge, il principio di simmetria consenta di escludere l'assoggettamento degli interessi di mora alla disciplina antiusura...

Leggi dopo

Rinvio alla Consulta sul differimento degli effetti dell’estinzione societaria ai fini accertativi

12 Novembre 2019 | di Giovambattista Palumbo

CTP Benevento

Estinzione delle società di capitali

La CTP di Benevento ha rinviato alla Corte Costituzionale la questione di legittimità in ordine al differimento quinquennale degli effetti dell’estinzione societaria ai soli fini della validità ed efficacia degli atti di liquidazione, accertamento, contenzioso e riscossione relativi a tributi e contributi, sanzioni e interessi, ex art. 28, d.lgs. 21 novembre 2014, n. 175.

Leggi dopo

La revocabilità della scissione

08 Novembre 2019 | di Rocco Antonini

Corte d’Appello di Roma

Scissione: effetti

La revocatoria della scissione deve ritenersi inammissibile, in virtù della esigenza di certezza dei rapporti giuridici e della coerente applicazione degli strumenti di tutela della garanzia patrimoniale alla disciplina societaria.

Leggi dopo

La presunzione di operatività della società in conseguenza di un atto di fusione

04 Novembre 2019 | di Daniela Mendola

Cass. Civ.

Fusione effetti

La società può beneficiare del riporto delle perdite, in conseguenza di un atto di fusione soltanto quando si sia verificato uno dei presupposti di operatività previsti ex lege all' art. 172, comma 7, d.P.R. n. 917/1986. La sussistenza dei suddetti presupposti fa sorgere una presunzione di operatività della società.

Leggi dopo

Dal principio del ne bis in idem l’attribuzione di un potere discrezionale senza limiti ai giudici nazionali

30 Ottobre 2019 | di Ciro Santoriello

Cass. Pen.

Insider trading (abuso di informazioni privilegiate)

Nella verifica della compatibilità con il principio del ne bis in idem del trattamento sanzionatorio complessivamente irrogato in caso di insider trading, il giudice deve valutare la proporzionalità del cumulo sanzionatorio rispetto al disvalore del fatto, da apprezzarsi con riferimento agli aspetti propri di entrambi gli illeciti (quello penale e quello "formalmente" amministrativo) e, in particolare, agli interessi generali sottesi alla disciplina in tema di insider trading

Leggi dopo

La rideterminazione delle pene accessorie fallimentari non ha effetti sulla pena patteggiata

24 Ottobre 2019 | di Niccolò Bertolini Clerici

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

La sentenza in commento riconosce (i) la necessità che il giudice, per la determinazione della durata delle pene accessorie fallimentari, svolga una valutazione di merito, facendo ricorso ai parametri di cui all'art. 133 cod. pen., anche in caso di patteggiamento e (ii) l'irrilevanza di una pattuizione delle parti volta a concordare tale durata.

Leggi dopo

La parola fine sul dibattito in ordine alla natura delle Sezioni specializzate in materia di impresa

22 Ottobre 2019 | di Guido Romano

Cass. Civ.

Sezioni specializzate in materia di imprese

Il rapporto tra sezione ordinaria e sezione specializzata in materia di impresa, nello specifico caso in cui entrambe le sezioni facciano parte del medesimo ufficio giudiziario, non attiene alla competenza, ma rientra nella mera ripartizione degli affari interni dell’ufficio giudiziario, da cui l’inammissibilità del regolamento di competenza...

Leggi dopo

Pagine