Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Cancellazione della società di capitali dal registro imprese e responsabilità dei soci

26 Settembre 2017 | di Daniele Fico

Cass. Civ.

Estinzione delle società di capitali

I soci sono coloro che sono destinati a succedere nei rapporti debitori già facenti capo alla società cancellata, ma non definiti all’esito della liquidazione, indipendentemente, dunque, dalla circostanza che essi abbiano goduto di un qualche riparto in base al bilancio finale di liquidazione.

Leggi dopo

Non assoggettabili a fallimento le S.T.P.

22 Settembre 2017 | di Andrea Paganini

Tribunale di Forlì

Società tra professionisti

Le S.T.P. costituite per l'esercizio in via esclusiva di attività professionale (nello specifico attività di commercialista con iscrizione nell'apposita sezione dell'albo) e che abbiano effettivamente svolto in via esclusiva tali prestazioni, non possono essere assimilate alle altre società commerciali (non esercitando un'attività di carattere commerciale e non rivestendo la qualità di imprenditore) e non sono pertanto assoggettabili a fallimento.

Leggi dopo

La sospensione dell’efficacia della decisione di esclusione del socio nella s.r.l.

19 Settembre 2017 | di Marco Nicolai

Tribunale di Napoli

Esclusione del socio nella s.r.l.

L’esclusione, nella società a responsabilità limitata, ai sensi dell’art.2473-bis c.c., è legittima non sulla base di un generico principio di giusta causa, bensì in ragione di una causa specifica, quindi individuata e circoscritta, che consente di contrastare l’utilizzo abusivo del rimedio.

Leggi dopo

Il diritto del socio a consultare i libri sociali e le esigenze di riservatezza della società

15 Settembre 2017 | di Martino Liva

Tribunale di Milano

Controllo interno nella s.r.l.

Il diritto di consultare i libri sociali e i documenti relativi all'amministrazione attribuito dall’art. 2476, comma 2, c.c. al socio non amministratore di s.r.l., è esercitabile in via potestativa e non richiede che il socio ne dimostri l’utilità rispetto alla soddisfazione di un suo specifico interesse. Al contempo, tale diritto non può tuttavia frustrare le esigenze della società meritevoli di tutela...

Leggi dopo

Il punto sulla revocabilità dell’atto di scissione societaria

11 Settembre 2017 | di Marco Terenghi

Tribunale di Pescara

Scissione: effetti

Deve ritenersi assoggettabile a revocatoria (ordinaria o fallimentare) la scissione societaria, poiché la struttura di tale operazione consente la declaratoria di inefficacia del trasferimento patrimoniale che ne scaturisce, senza incidere sugli aspetti soggettivi e organizzativi delle società interessate. L’opposizione dei creditori alla deliberazione di scissione (artt. 2504-quater, 2506-ter, ultimo comma, c.c.) non costituisce norma di diritto speciale societario elidente l’applicabilità della norma generale di cui all’art. 2901 c.c.

Leggi dopo

Cancellazione per via cautelare della nomina di amministratore effettuata con smart card

06 Settembre 2017 | di Giuseppe Vitrani

Tribunale di Milano

Registro delle imprese

Deve essere autorizzato, ai sensi dell'art. 700 c.p.c., a procedere alla cancellazione del proprio nominativo iscritto al Registro Imprese quale amministratore unico di società di capitale, colui il quale dimostri, con ragionevole fondatezza, che la nomina avvenne a sua insaputa e con l'utilizzo di dispositivo di firma digitale sottrattogli da un terzo.

Leggi dopo

Condotte distrattive e condotte restitutorie antecedenti la dichiarazione di fallimento

25 Agosto 2017 | di Marco Marzari

Cass. Pen.

Bancarotta fraudolenta

La condotta restitutoria, da parte dell’amministratore della società, atta a reintegrare il patrimonio dell’impresa depauperato da una precedente attività distrattiva dei beni della stessa, può essere efficacemente posta in essere fino al momento della dichiarazione di fallimento

Leggi dopo

Il prestito titoli e l’usufrutto su titoli: strumenti diversi da equiparare

17 Agosto 2017 | di Simone Furian, Fabio Gallio

Cass. Civ.

Pegno, usufrutto e sequestro di azioni

In tema di imposte sui redditi, l'operazione di stock lending, ossia di prestito di azioni, che preveda, a favore del mutuatario, il diritto all'incasso dei dividendi dietro versamento al mutuante di una commissione (corrispondente, o meno, all'ammontare dei dividendi riscossi) realizza il medesimo fenomeno economico dell'usufrutto di azioni...

Leggi dopo

Responsabilità di amministratori e sindaci di una banca per concessione di credito

09 Agosto 2017 | di Antonio Franchi

Cass. Civ.

Liquidazione coatta amministrativa

Non solo un danno futuro ma prevedibile e quantificabile secondo criteri oggettivi può e deve essere riconosciuto e liquidato, sia pure in via equitativa, ma, nella specie, è la stessa concessione di credito senza criteri di economicità e prudenzialità a porre in essere un danno attuale. Danno consistente nella svalutazione del portafoglio crediti della banca e nella drastica riduzione delle capacità gestionali e di investimento che, non a caso, hanno portato alla sua liquidazione.

Leggi dopo

Riqualificazione come cessione di ramo d’azienda di un’operazione di trasferimento totalitario di partecipazioni

04 Agosto 2017 | di Fabio Gallio

Cass. Civ.

Cessione di ramo d'azienda

L’Agenzia delle Entrate, secondo la Corte di Cassazione, può richiedere ai contribuenti un’imposta di registro diversa da quella applicata agli atti, facendo riferimento agli effetti economici delle operazioni, anziché alla loro natura giuridica, ai sensi dell’art. 20 del D.P.R. 131/1986

Leggi dopo

Pagine