Focus

Focus

CFC legislations – nozione, finalità e cenni storici

20 Maggio 2016 | di Gianfranca Corbeddu

Società controllate e collegate

Il contributo dapprima fornisce la nozione e chiarisce le finalità delle CFC rules. Nel seguito, dopo una descrizione della prima CFC legislation, promulgata negli Stati Uniti nel 1962, le CFC rules sono brevemente inquadrate nel contesto della UE, con un accenno alle disparità impositive tra Stati Membri, al loro presupposto legale e ai loro effetti sulla competitività nel mercato interno. La trattazione prosegue con la considerazione a livello internazionale dei problemi della harmful tax competition e della base erosion e del profit shifting (BEPS) contenuta nei Reports OCSE elaborati negli anni '90. A partire dal 2013, la trattazione delle problematiche BEPS da parte dell'OCSE avverrà in maniera più sistematica, dapprima nei due Reports del 2013, e successivamente nell'Action Plan in quindici punti dell'ottobre 2015. L'Action 3 specificamente tratta di come rafforzare le CFC legislations in una prospettiva anti-BEPS.

Leggi dopo

Apporti in natura nelle società di capitali e relazione giurata di stima

18 Maggio 2016 | di Jacopo Sodi

Perizia giurata di stima

Si analizza la disciplina degli apporti in natura non imputati a capitale e la necessità della relazione giurata di stima. Definite le differenze con i conferimenti ed i finanziamenti e delineati i tratti della figura, si esaminano varie fattispecie, simili, che escludono ogni necessità di perizia: l’aumento gratuito del capitale, i versamenti a fondo perduto, il c.d. aumento di capitale “per compensazione”, la disciplina degli acquisti “pericolosi” e delle fusioni e scissioni, ed infine la rivalutazione dei beni d’impresa. Tali istituti denotano la fiducia del legislatore verso le scelte degli amministratori in merito all’iscrizione in bilancio di cespiti entrati a far parte del patrimonio sociale a titolo gratuito.

Leggi dopo

Presunzione assoluta di assoggettamento all'IRAP di società ed enti

11 Maggio 2016 | di Andrea A. Salemme

Personalità e soggettività giuridica e autonomia patrimoniale delle società

Società ed enti vanno sempre soggetti all'IRAP, in quanto, a termini dell'art. 2, secondo periodo, del D.Lgs. 15 dicembre 1997, n. 446, l'attività dai medesimi esercitata costituisce in ogni caso presupposto d'imposta; ne consegue che, ai fini dell'imposizione, dinanzi ad una società o ad un ente, si prescinde dall'accertamento della sussistenza del requisito dell'autonoma organizzazione, essendo sufficiente la constatazione della loro natura giuridica collettiva.

Leggi dopo

Abolizione dell’obbligo di pubblicazione del resoconto intermedio di gestione per le società quotate

05 Maggio 2016 | di Claudio Sottoriva

Società quotate

Il legislatore nazionale è recentemente intervenuto mediante il Decreto Legislativo 15 febbraio 2016, n. 25, per dare attuazione alla Direttiva 2013/50/UE, con la quale è stata modificata, in particolare, la Direttiva 2004/109/CE, sull’armonizzazione degli obblighi di trasparenza riguardanti le informazioni sugli emittenti i cui valori mobiliari sono ammessi alla negoziazione in un mercato regolamentato (c.d. Direttiva Transparency).

Leggi dopo

Socius ad factum precise cogi potest? Diritto societario della crisi e proposte concorrenti

18 Aprile 2016 | di Niccolò Abriani

Concordato preventivo

La nuova disciplina delle proposte concorrenti, introdotta dal D.L. 27 giugno 2015, n. 83, offre un ulteriore importante tassello normativo agli studiosi del diritto commerciale, che da tempo hanno appuntato l’attenzione sulle interferenze tra il diritto della crisi d’impresa e il diritto societario. Particolare interesse riveste l’innovativa regolamentazione delle operazioni straordinarie contenute all’interno delle proposte che i creditori qualificati del debitore in concordato sono legittimati a proporre.

Leggi dopo

Procedure di allerta: organi di controllo e strumenti premiali

13 Aprile 2016 | di Ivan Libero Nocera

Fallimento

Decisiva per il successo del nuovo istituto previsto dallo schema di legge delega elaborato dalla Commissione Rordorf, la previsione di misure premiali per l’imprenditore che ricorra tempestivamente alla procedura e ne favorisca l’esito positivo.

Leggi dopo

Delega nelle s.p.a.: controllo, informazione e trasparenza

23 Marzo 2016 | di Dario Scarpa

Amministrazione delegata

Nelle s.p.a. di notevoli dimensioni, attesa la necessità di conferire all’amministrazione una maggior agilità e scioltezza e di consentire un dinamico funzionamento della società stessa, il consiglio d’amministrazione non intende esercitare in modo diretto e continuo la gestione e, di conseguenza, vuole delegare, attraverso preventiva determinazione statutaria, tutte o alcune delle proprie attribuzioni o ad un comitato esecutivo composto da alcuni suoi membri ovvero ad uno o più dei suoi membri: gli amministratori delegati.

Leggi dopo

La modifica degli obblighi informativi degli emittenti quotati

17 Marzo 2016 | di Claudio Sottoriva

Società quotate

Con l’entrata in vigore a partire dal 18 marzo 2016 del D.Lgs. n. 25/2016, di attuazione della Direttiva 2013/50/UE viene riformata la disciplina relativa agli obblighi informativi degli emittenti. La riforma prevede, tra l’altro, l’abrogazione della rendicontazione trimestrale delle società emittenti, precedentemente prevista dall’art. 154-ter, comma 5, T.U.F.

Leggi dopo

La concorrente applicabilità della disciplina civilistica e tributaria in materia di responsabilità del cessionario d'azienda per i debiti del cedente

09 Marzo 2016 | di Simone Marzo

Cessione d'azienda

Il legislatore del codice civile ha dimostrato “assoluto agnosticismo” sulla sorte dei debiti (e dei crediti) inerenti l’azienda ceduta nei rapporti interni tra alienante ed acquirente, limitandosi a disciplinare i riflessi di tale trasferimento sui creditori (e debitori) aziendali. Accanto alla disciplina codicistica, la normativa di cui all'art. 14, D.Lgs. 472/97 disciplina specificamente i profili di responsabilità con riguardo ai debiti per imposte e sanzioni conseguenti a violazioni tributarie. Nel presente contributo verranno in particolare analizzati il rapporto fra i due complessi normativi - rispetto ai quali la dottrina maggioritaria così come la giurisprudenza tende a configurare un rapporto di concorrente applicazione - e le possibili sovrapposizioni.

Leggi dopo

Pignoramento di partecipazioni sociali nella s.r.l.

04 Marzo 2016 | di Ilaria Forestieri

Pignoramento di quote sociali

La questione relativa al pignoramento di partecipazioni sociali è stata oggetto di un intenso dibattito, messo in atto sia dalla dottrina che dalla giurisprudenza, stante il fondamentale rilievo che la problematica assume per la pratica professionale. L’attuale formulazione dell’art. 2471 c.c. rappresenta il prodotto della riforma del 2003 che, nonostante l’intervento modificativo rispetto al regime previgente, ancora oggi non si distingue per il grado di chiarezza nel descrivere le formalità necessarie per il pignoramento di quote e lo stesso può dirsi per gli effetti che da esso discendono.

Leggi dopo

Pagine