Focus

Focus

La riforma della revisione legale in Italia alla luce della Direttiva 2014/56/UE

29 Agosto 2016 | di Claudio Sottoriva

Revisore legale dei conti

Il D.Lgs. n. 135/2016 recepisce nel nostro Paese la Direttiva 2014/56/UE. Tra le principali novità si segnalano l’introduzione dei parametri dimensionali per le “piccole imprese”, l’introduzione della nozione di “enti soggetti a regime intermedio” e della formazione permanente obbligatoria, nonché specificazioni volte a garantire l’indipendenza del soggetto incaricato. Il Decreto fornisce indicazioni operative in tema di qualità della revisione legale, contenuto della relazione di revisione, sul comitato per il controllo interno e sulla revisione contabile negli enti di interesse pubblico.

Leggi dopo

I principi contabili nazionali alla luce del D.Lgs. n. 139/15: la bozza di OIC 12

23 Agosto 2016 | di Claudio Sottoriva

Principi di redazione del bilancio

Nell’ambito del progetto di aggiornamento dei principi contabili nazionali, avviato a seguito delle disposizioni contenute nel D.Lgs. n. 139/2015 di recepimento della direttiva 34/2013/UE, l’Organismo Italiano di Contabilità il 4 luglio scorso ha reso pubblica la bozza del principio contabile OIC 12, "Composizione e schemi del bilancio d’esercizio".

Leggi dopo

La Cassazione fa il Legislatore e salva “le valutazioni” nello schema del falso in bilancio

19 Agosto 2016 | di Antonio D'Avirro

False comunicazioni sociali

Con la sentenza delle Sezioni unite n. 22474/2016 del 31 marzo 2016, sembrerebbe che sia stato risolto definitivamente il dibattito sulla rilevanza penale delle valutazioni in tema di falso in bilancio, a seguito della riforma introdotta con la legge 27 maggio 2015 n. 69. Secondo le Sezioni unite sussiste il delitto di false comunicazioni sociale, con riguardo alla esposizione o alla omissione di fatti oggetto di valutazioni se in presenza di criteri di valutazione, normativamente fissati o di criteri tecnici generalmente accettati, l'agente da tali criteri si discosta consapevolmente e senza darne adeguata informazione giustificativa, in modo concretamente idoneo ad indurre in errore i destinatari della comunicazione.

Leggi dopo

Deliberazioni negative, tutela reale e controllo

04 Agosto 2016 | di Cecilia Frangini

Impugnazione di delibere di s.p.a.

Il cambio di segno della delibera assembleare, che secondo un’innovativa giurisprudenza il giudice può effettuare in presenza di impugnazione di una delibera negativa, pone il problema del confronto con gli strumenti di controllo e tutela da garantire verso tale nuova delibera. Il focus propone alcuni spunti di riflessione con riferimento alla individuazione dei mezzi di impugnazione e dei termini di relativo esercizio, tenendo presenti le consuete dinamiche processuali che vedono la domanda di annullamento della delibera invalida accompagnarsi ad istanze cautelari che ne anticipino gli effetti.

Leggi dopo

L’in house nel nuovo codice dei contratti pubblici: tra continuità e innovazione

29 Luglio 2016 | di Valentina Guerrieri

Società in house

Il nuovo Codice Appalti (D.Lgs. n. 50/2016) affronta trasversalmente, anche se non in maniera esaustiva, la tematica delle società in mano pubblica, manifestando particolare attenzione per la disciplina delle società in house, da un lato, individuando all’art. 5 i requisiti legittimanti gli affidamenti diretti e, dall’altro, introducendo una specifica disposizione (art. 192) volta a limitare la facoltà di affidare in via diretta contratti di lavori, servizi e forniture, nonché ad assicurare un adeguato livello di pubblicità e trasparenza degli affidamenti in house.

Leggi dopo

La bancarotta riparata: quali conseguenze penali?

26 Luglio 2016 | di Ciro Santoriello

Reati fallimentari

Il problema della cosiddetta bancarotta riparata, ovvero della rilevanza da riconoscere al comportamento dell'imprenditore che reintegri in un dato momento la parte del patrimonio che in precedenza aveva distratto e sottratto dal patrimonio dell'impresa da lui gestita, origina dalle incertezze che ruotano intorno ai rapporti tra il reato di bancarotta e la sentenza dichiarativa di fallimento.

Leggi dopo

La riforma del sistema bancario nell’evoluzione normativa

20 Luglio 2016 | di Mario Cavallaro

Crisi bancarie

Il presente contributo è volto ad esaminare le principali innovazioni che, nell'anno appena trascorso, hanno interessato il sistema bancario italiano. Tra le numerose novità, le osservazioni dell'autore si concentrano in particolare sul bail-in, sulla corposa riforma che interessa le banche popolari e quelle di credito cooperativo, sulle conseguenze della Legge di Stabilità, nonché sulle disposizioni a tutela di risparmiatori e obbligazionisti.

Leggi dopo

I dubbi di incostituzionalità dell’art. 2 del Decreto Banche

13 Luglio 2016 | di Biagio Riccio

Finanziamenti nelle procedure concorsuali

L'Autore esamina l’art. 2, D.L. n. 59/2016 (conv. con modifiche in L. n. 119/2016), concernente il finanziamento alle imprese garantito dal trasferimento di un bene immobile sospensivamente condizionato, esprimendo il sospetto che il tentativo del legislatore di rispettare il divieto del patto commissorio non sia riuscito ed abbia portato ad un rafforzamento del potere delle banche legittimando l’usura reale, con forti profili di incostituzionalità.

Leggi dopo

Questioni di ordine sostanziale sulla responsabilità del cessionario d'azienda per i debiti tributari del cedente

06 Luglio 2016 | di Simone Marzo

Cessione d'azienda

La disciplina sulla responsabilità del cessionario d'azienda per i debiti di natura fiscale del cedente dettata dal'art. 14 del D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 472, presenta le medesime linee ispiratrici rinvenibili nell'art. 2560 c.c.: tutelare l'interesse del creditore a non perdere la garanzia patrimoniale del proprio credito mediante atti dispositivi del compendio aziendale senza, dall'altro lato, ostacolare eccessivamente la circolazione dell'azienda.

Leggi dopo

Riduzione del capitale: il ruolo del piano industriale

20 Giugno 2016 | di Fabrizio Bava, Melchior Gromis Di Trana

Riduzione del capitale sociale per perdite

Il presente contributo illustra come il piano industriale, sebbene spesso ignorato nella prassi delle piccole e medie imprese, sia uno strumento fondamentale non solo in fase di pianificazione strategica, ma anche al fine di una corretta gestione di uno stato di crisi ex artt. 2446 e 2447 c.c. (2482-bis e 2482-ter per le s.r.l.). La sua funzione da un lato giustifica l’utilizzo dei criteri ordinari di valutazione nella redazione della “situazione patrimoniale”, dall’altro deve supportare la proposta degli amministratori affinché i soci deliberino quanto proposto.

Leggi dopo

Pagine