Focus

Focus

Decreto Milleproroghe e adempimenti societari per la nomina dell’organo di controllo nelle s.r.l.

03 Marzo 2020 | di Claudio Sottoriva, Andrea Cerri

Organo di controllo nella s.r.l.

Con la conversione in legge del d.l. 30 dicembre 2019, n. 162 (c.d. “Decreto Milleproroghe”), recante disposizioni urgenti in materia di proroga di termini legislativi, di organizzazione delle PA, nonché di innovazione tecnologica (legge 28 febbraio 2020, n. 8) è stata modificato, tra l'altro, il comma 3 dell'art. 379 del Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza (D.Lgs. n. 14/2019) relativo alla nomina dell'organo di controllo o del revisore. In particolare è stato previsto che la nomina dovrà avvenire entro la data di approvazione dei bilanci relativi all'esercizio 2019.

Leggi dopo

Appunti in tema di responsabilità da inadeguatezza dell’assetto organizzativo

28 Febbraio 2020 | di Fabio Cesare

Assetti organizzativi dell'impresa

Il nuovo art. 2086 c.c. impone agli imprenditori collettivi di dotare l’impresa di un assetto organizzativo adeguato alle dimensioni e all’attività esercitata in concreto. È facile prevedere che con l’entrata in vigore della riforma, le azioni di responsabilità da prosecuzione illecita...

Leggi dopo

Brevi riflessioni sull’azione sociale di responsabilità promossa dal collegio sindacale

24 Febbraio 2020 | di Daniele Fico

Azione sociale di responsabilità

La legittimazione all’azione sociale di responsabilità compete, ai sensi dell’art. 2393, comma 3, c.c., anche al collegio sindacale che la promuove con deliberazione assunta dai due terzi dei suoi componenti. L'Autore, dopo aver esaminato il contenuto dell’art. 2393 c.c., si sofferma sul rapporto tra l’azione sociale di responsabilità promossa dall’assemblea ordinaria dei soci e quello promossa dall’organo di controllo.

Leggi dopo

Un altro passo importante per l’applicazione del Codice della crisi di impresa: approvato dal CdM lo schema di primo Decreto Correttivo

18 Febbraio 2020 | di Filippo Lamanna

Crisi d'impresa e insolvenza

Nella riunione del 13 febbraio 2020, a distanza di un anno dalla pubblicazione (nella Gazzetta Ufficiale del 14 febbraio 2019, n. 38), del Codice della crisi e dell’insolvenza (D.Lgs. 12 gennaio 2019, n. 14), il Governo ha elaborato e trasmesso alle competenti Commissioni della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica e al Consiglio di Stato, per acquisirne i pareri definitivi, il testo ufficiale dello Schema del primo Decreto Correttivo al suddetto Codice.

Leggi dopo

Le irregolarità contabili ai fini della denuncia al tribunale ex art. 2409 c.c.

17 Febbraio 2020 | di Alessandra Leoni

Denunzia al tribunale e controllo giudiziario sulla gestione

Il discrimine tra impugnazione ai sensi dell’art. 2434 bis c.c. e ricorso ex art. 2409 c.c. risiede nel diverso ambito di valutazione proprio dei due procedimenti

Leggi dopo

Il marchio patronimico: questioni dibattute per le tutele quotidiane

10 Febbraio 2020 | di Marta Bellini

Marchi

L'uso del marchio altrui, ove confusorio, non può ritenersi di per sè conforme ai principi di correttezza professionale, dovendosi sul punto richiamare l'indirizzo interpretativo già affermato dalla Corte di giustizia UE, che ha più volte escluso la conformità dell'uso del patronimico quando avviene in modo tale da poter dare l'impressione che esista un legame commerciale...

Leggi dopo

L'esclusione degli enti pubblici dall'ambito applicativo del Codice

04 Febbraio 2020 | di Beatrice Armeli

Società partecipate

L'art. 294, comma 3, del D.Lgs. n. 14/2019 stabilisce, con previsione totalmente nuova, che le disposizioni (tutte) contenute nel relativo Titolo VII, dedicato alla l.c.a., non si applicano agli enti pubblici. L'esclusione risulta coerente con la definizione del campo applicativo del nuovo Codice, nel senso che: se è vero che gli enti pubblici sono tradizionalmente sottratti ai procedimenti concorsuali volti a regolare l'insolvenza (oggi il fallimento, domani la liquidazione giudiziale, così come il concordato preventivo), gli stessi devono essere altresì sottratti al procedimento di l.c.a. disciplinato dal Codice...

Leggi dopo

La tassabilità come redditi finanziari dei proventi di strumenti partecipativi similari alle azioni detenuti da manager

28 Gennaio 2020 | di Fabio Gallio

Strumenti finanziari partecipativi

Con la risposta ad interpello n. 472 del 2019, l’Agenzia delle Entrata si è occupata del trattamento fiscale dei proventi rivenienti da strumenti finanziari di partecipazione (SFP) dotati di diritti patrimoniali rafforzati ai sensi dell’art. 60 del d.l. 24 aprile 2017, n. 50.

Leggi dopo

Ammortamento francese e vizio del consenso: prime applicazioni giurisprudenziali

21 Gennaio 2020 | di Fabio Fiorucci

Anatocismo bancario

Nel contratto di mutuo di regola è indicato il tasso nominale, la data di inizio e scadenza del finanziamento, l’importo e la periodicità delle rate, con allegato il piano di ammortamento. Non sono fornite ulteriori informazioni ritenute rilevanti dalla matematica finanziaria, ossia il regime finanziario applicato (semplice o composto) e le modalità di computo degli interessi (sul capitale residuo o sulla quota capitale in scadenza): la banca mutuante è tenuta a fornire tali indicazioni? Ci sono espressi riferimenti normativi al riguardo? Cosa sostiene la giurisprudenza di merito?

Leggi dopo

L’OCRI: un’opportunità e non una minaccia

14 Gennaio 2020 | di Riccardo Ranalli

Strumenti di allerta

A sette mesi dall’entrata in vigore del nuovo Codice della Crisi d’impresa e dell’insolvenza (agosto 2020) e in particolare dell’art. 16, l’OCRI desta ancora molta diffidenza. È un atteggiamento che deriva da letture frettolose ed errate ...

Leggi dopo

Pagine