Focus

Focus su Società di capitali

Le principali misure fiscali del Decreto Crescita

10 Giugno 2019 | di Giovambattista Palumbo

Società di capitali

Il d.l. n. 34/19, cd decreto crescita, ha previsto varie misure di ordine fiscale, tra cui novità in tema di forfettari, super ammortamento, Mini IRES, IMU immobili strumentali, interventi di risparmio energetico e sisma bonus, fatturazione elettronica da/verso San Marino, definizione agevolata delle entrate regionali e degli enti locali, credito di imposta distributori di carburante, impatriati e rientro dei cervelli dall’estero, Patent Box, strumenti finanziari convertibili, vendita di beni tramite piattaforme digitali, enti associativi assistenziali, bonus aggregazioni tra imprese, ZES, incentivi per l’edilizia e credito d’imposta per la partecipazione delle Pmi a fiere internazionali.

Leggi dopo

Il reddito d’impresa di “società a ristretta compagine sociale”

26 Aprile 2019 | di Mirella Guicciardi

Società di capitali

Non esiste una definizione giuridica di società a ristretta base sociale, né a base familiare. Di norma si fa riferimento alla "ristrettezza" della composizione societaria che determina la formazione di un'unica volontà, tipica di un gruppo ridotto di soci o legato da altri vincoli, quali quelli, per esempio, familiari. La legittimità o meno della presunta distribuzione, in capo ai soci, degli utili non contabilizzati da parte delle società a ristretta base societaria è, da anni, oggetto del dibattito giurisprudenziale e dottrinario.

Leggi dopo

Il nuovo regolamento attuativo in materia di rating di legalità

18 Giugno 2018 | di Giovanni Francescone

Società di capitali

Con delibera del 15 maggio 2018, n. 27165, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha approvato il nuovo Regolamento attuativo in materia di rating di legalità, entrato in vigore il 29 maggio 2018, che ha apportato numerose modifiche alla disciplina vigente, sia di natura sostanziale che procedimentale, in un’ottica di semplificazione, snellimento e chiarificazione del sistema. L’Autore, dopo aver ripercorso i tratti distintivi dell’istituto, si sofferma sulle novità intervenute, tracciando sovente un parallelismo con la previgente disciplina.

Leggi dopo

Punitive damages e ordinamento italiano: una prima apertura verso il riconoscimento

11 Ottobre 2017 | di Cristina Cengia, Francesca Giovannardi

Società di capitali

L’istituto dei punitive damages è sempre meno estraneo agli ordinamenti di civil law che, seppur in limitate ipotesi, offrono un riconoscimento giuridico alla fattispecie. Nel corso dell’ultimo decennio il legislatore italiano è intervenuto introducendo alcune figure di risarcimento del danno – definite da alcuni autori come “ultracompensative” - che presentano elementi per certi versi similari a quelli che contraddistinguono i punitive damages degli ordinamenti di common law. La giurisprudenza di legittimità è sempre stata costante nel ritenere i danni punitivi incompatibili con il sistema interno. Recentemente, tuttavia, con la pronuncia a Sezioni Unite n. 16601/2017, la Suprema Corte ha manifestato una significativa apertura verso il riconoscimento nel nostro ordinamento.

Leggi dopo

I Decreti attuativi della Delega fiscale secondo Assonime

17 Agosto 2015 | di Massimiliano Sironi

Società di capitali

Con la recente Circolare n. 25/2015 del 3 agosto 2015, Assonime propone un primo commento degli schemi di Decreti attuativi della Delega fiscale (legge 11 marzo 2014, n. 23).

Leggi dopo

La persona giuridica e l’autore del reato non sono coimputati

22 Luglio 2014 | di Giuseppe Marino

Società di capitali

Nel sistema delineato dal d.lgs. n. 231/2001, l’illecito ascrivibile all’ente costituisce una fattispecie complessa e non si identifica con il reato commesso dalla persona fisica: pertanto, l’ente e l’autore del reato non possono qualificarsi coimputati, essendo ad essi ascritti due illeciti strutturalmente diversi.

Leggi dopo