Focus

Focus

Il nuovo art. 2486, comma 3, c.c.: background, profili di continuità e di innovazione, impatto processuale

14 Ottobre 2019 | di Luciano Castelli, Silvia Monti

Azione sociale di responsabilità

Il d.lgs. 12 gennaio 2019, n. 14, recante il “Codice della crisi di impresa e dell’insolvenza”, ha introdotto un nuovo terzo comma dell’art. 2486 c.c., volto a regolare la quantificazione e la prova del danno derivante dalle condotte sanzionate dalla disposizione. Il presente contributo, dopo alcuni brevi cenni alle modifiche apportate alla disciplina civilistica in tema di impresa dal recente intervento legislativo, analizza i profili di continuità e di innovazione della novella e ne prospetta il possibile impatto sui giudizi pendenti al 16 marzo 2019, ossia dalla data di entrata in vigore, e successivamente instaurati.

Leggi dopo

Brevi riflessioni sulle discrepanze tra gli artt. 3 e 375 c.c.i.

07 Ottobre 2019 | di Marina Spiotta

Assetti organizzativi dell'impresa

L’esame del combinato disposto degli artt. 3 e 375 del d.lgs. n. 14/2019 consente di mettere in luce una serie di differenze, lessicali e sostanziali, non facili da spiegare e tutt’altro che irrilevanti sul piano pratico. Lo scopo del presente contributo non è fornire una lettura destruens delle norme, ma stimolare la ricerca di un’interpretazione construens.

Leggi dopo

Usura bancaria: la produzione in giudizio dei decreti ministeriali di rilevazione del tasso-soglia

01 Ottobre 2019 | di Fabio Fiorucci

Usura bancaria

Secondo la giurisprudenza maggioritaria, l’attore deve produrre in giudizio i decreti ministeriali del MEF di rilevazione dei tassi di interesse effettivi globali medi ai fini della legge sull’usura; l’omessa produzione non è rimediabile ex art. 113 c.p.c., poiché i predetti decreti sono atti meramente amministrativi, che non costituiscono fonti del diritto. Di diverso avviso è altra parte minoritaria della giurisprudenza di merito, secondo cui non è indispensabile la produzione in giudizio dei decreti trimestrali del MEF recanti l’indicazione del tasso-soglia, sul presupposto che i suddetti decreti sono 'atti normativi secondari' che integrano il precetto penale di cui all’art. 644 c.p.

Leggi dopo

Definiti gli indici della crisi e il percorso di rilevazione dei suoi fondati indizi

24 Settembre 2019 | di Riccardo Ranalli

Crisi d'impresa e insolvenza

Il Gruppo di Lavoro del CNDCEC ha varato gli indici della crisi per consentire al Consiglio Nazionale l’esercizio della delega allo stesso conferita dal comma 2 dell’art. 13 del Codice della Crisi. Il relativo documento non si limita ad individuare gli indici, ma costituisce una vera e propria guida operativa per la rilevazione dei fondati indizi dai quali scaturisce l’obbligo segnaletico cui al successivo art. 14.

Leggi dopo

Corretta applicazione dei principi contabili ed effetti ai fini fiscali della derivazione rafforzata

12 Settembre 2019 | di Pietro Pilello

Principi contabili

La Fondazione Nazionale dei Commercialisti, in data 9 agosto 2019, ha emanato un documento sulla fiscalità delle imprese il cui contenuto merita approfondimenti. In particolare quella parte che tratta della derivazione rafforzata, argomento trattato su questa rivista nel maggio 2019.

Leggi dopo

Le modifiche al Codice Civile per la nomina di un organo di controllo o di un revisore nelle s.r.l.

30 Luglio 2019 | di Claudio Sottoriva, Andrea Cerri

Organo di controllo nella s.r.l.

Con la conversione in legge del decreto legge "Conversione in legge, con modificazioni, del d.l. 18 aprile 2019, n. 32, recante disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l'accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi sismici" (legge 14 giugno 2019, n. 55) sono state nuovamente modificate le soglie per l’obbligo di nomina degli organi di controllo o di revisione legale dei conti nelle società a responsabilità limitata di cui all’art. 2477 c.c.

Leggi dopo

Il conflitto di interessi del socio

23 Luglio 2019 | di Guido Romano

Assemblea di s.p.a.: diritto di intervento e di voto; rappresentanza e conflitto di interessi

La disciplina del conflitto di interessi del socio e delle conseguenze in ordine alla validità della deliberazione assunta con il voto determinante del socio in conflitto assume una valenza centrale nella disciplina dell’assemblea e, in generale, nella disciplina dei rapporti (e dei conflitti) tra soci e tra soci e società

Leggi dopo

Brevi note sulla “gestione esclusiva dell’impresa” da parte degli amministratori di s.r.l.: distribuzione del potere decisionale e doveri gestori

16 Luglio 2019 | di Giuseppe Rescio

Assetti organizzativi dell'impresa

Il Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza (d.lgs. 12 gennaio 2019, n. 14) ha modificato diverse norme del Codice civile, tra queste l’art. 2475 c.c., il cui nuovo primo comma ora dispone che “la gestione dell’impresa si svolge nel rispetto della disposizione di cui all’art. 2086, secondo comma, c.c. e spetta esclusivamente agli amministratori, i quali compiono le operazioni necessarie per l’attuazione dell’oggetto sociale”.

Leggi dopo

Il contratto autonomo di garanzia

09 Luglio 2019 | di Fabio Fiorucci

Contratti bancari nell'impresa

Il contratto autonomo di garanzia ha la funzione di tenere indenne il creditore dalle conseguenze del mancato adempimento della prestazione gravante sul debitore principale, che può riguardare anche un fare infungibile, contrariamente al contratto del fideiussore, il quale garantisce l'adempimento della medesima obbligazione principale altrui.

Leggi dopo

Aumento di capitale con successivo conferimento di un’impresa commerciale nelle società di capitali tedesche

02 Luglio 2019 | di Jens Magers

Aumento di capitale sociale a pagamento

Nella prassi si pone regolarmente il compito di dovere strutturare un progetto di conferi-mento di un’impresa commerciale individuale in una società di capitali. Nel contesto di un c.d. conferimento in natura aperto si pongono diversi temi di diritto societario e tributario.

Leggi dopo

Pagine