Focus

Focus

Ammortamento francese e vizio del consenso: prime applicazioni giurisprudenziali

21 Gennaio 2020 | di Fabio Fiorucci

Anatocismo bancario

Nel contratto di mutuo di regola è indicato il tasso nominale, la data di inizio e scadenza del finanziamento, l’importo e la periodicità delle rate, con allegato il piano di ammortamento. Non sono fornite ulteriori informazioni ritenute rilevanti dalla matematica finanziaria, ossia il regime finanziario applicato (semplice o composto) e le modalità di computo degli interessi (sul capitale residuo o sulla quota capitale in scadenza): la banca mutuante è tenuta a fornire tali indicazioni? Ci sono espressi riferimenti normativi al riguardo? Cosa sostiene la giurisprudenza di merito?

Leggi dopo

L’OCRI: un’opportunità e non una minaccia

14 Gennaio 2020 | di Riccardo Ranalli

Strumenti di allerta

A sette mesi dall’entrata in vigore del nuovo Codice della Crisi d’impresa e dell’insolvenza (agosto 2020) e in particolare dell’art. 16, l’OCRI desta ancora molta diffidenza. È un atteggiamento che deriva da letture frettolose ed errate ...

Leggi dopo

La proroga e la modifica del criterio di riparto nella composizione degli organi sociali delle società quotate

07 Gennaio 2020 | di Claudio Sottoriva, Andrea Cerri

Società quotate

Con la Legge 19 dicembre 2019, n. 157, di conversione del Decreto Fiscale (d.l. n. 124/2019), sono stati modificati – tra l’altro – due articoli del Testo Unico della Finanza (D.Lgs. 58/1998) che disciplina l’equilibrio di genere negli organi di amministrazione e di controllo nelle società quotate. In particolare, la modifica apportata in sede di conversione in legge del d.l. n. 124/2019 ha prorogato l’applicazione da tre mandati consecutivi a sei mandati consecutivi del criterio di riparto della composizione degli organi sociali. Il criterio di riparto è stato, a sua volta, modificato dalla Legge di Bilancio 2020 (l. n. 160/2019).

Leggi dopo

I (nuovi) Indirizzi del MEF e della Corte dei Conti sulla razionalizzazione delle partecipazioni pubbliche

03 Gennaio 2020 | di Valentina Guerrieri

Società partecipate

In tema di partecipazioni societarie, entro il 31 dicembre di ogni anno grava sulle amministrazioni l’obbligo di attuare il piano di razionalizzazione delle partecipazioni dell’anno precedente, nonché quello di adottare il provvedimento revisione periodica e censimento delle partecipazioni detenute. A questi adempimenti sono dedicati gli Indirizzi del MEF e della Corte dei Conti.

Leggi dopo

Riciclaggio e monete elettroniche: le nuove indicazioni del d.lgs. 125/2019

27 Dicembre 2019 | di Cesare Parodi

Antiriciclaggio

Con il recepimento della Direttiva (UE) 2018/843 – c.d. V Direttiva – il legislatore è intervenuto sul testo del d.lgs. 231/2007 (già recentemente modificato dal d.lgs. 90/2017) delineando una nuova disciplina - tra l'altro - delle operazioni aventi ad oggetto le monete virtuali e degli obblighi dei soggetti che operano in tale settore. Un intervento che giunge nel momento in cui...

Leggi dopo

La carica di amministratore di società di capitali è compatibile con la qualità di lavoratore dipendente

19 Dicembre 2019 | di Alessandro Corrado

Amministratori di s.p.a.: nomina, revoca e compensi

Con il messaggio del n. 3359 del 17 settembre 2019, l’Inps ha stabilito le condizioni che rendono possibile la coesistenza della carica di amministratore di società di capitali con un contratto di lavoro subordinato con la stessa società.

Leggi dopo

La nullità funzionale a tutela del pluralismo nel settore delle telecomunicazioni

17 Dicembre 2019 | di Ilaria Maspes

Assemblea di s.p.a.: diritto di intervento e di voto; rappresentanza e conflitto di interessi

L’art. 43, comma 4, del Tusmar prevede la nullità degli atti giuridici, delle operazioni di concentrazione e delle intese che contrastano con i divieti posti dalla legge a tutela del pluralismo e della concorrenza nel mercato delle telecomunicazioni. Il presente contributo si concentra sulle peculiarità di tale fattispecie e analizza, anche sotto un profilo critico, le difficoltà di determinazione del regime giuridico applicabile ad una nullità funzionalmente collegata a circostanze estrinseche, quali la posizione dei contraenti nell’ambito del mercato di riferimento.

Leggi dopo

Alcune riflessioni operative sulla nomina dell’organo di controllo o del revisore nelle s.r.l.

12 Dicembre 2019 | di Salvatore Sanzo, Simone Legnani

Organo di controllo nella s.r.l.

L’art. 379, comma 3, del d. lgs. n. 14/2019 (c.d. Codice della Crisi), ha previsto che le s.r.l. (e le società cooperative) che soddisfino i requisiti previsti dal nuovo art. 2477 c.c. per la nomina obbligatoria “dell’organo di controllo o del revisore” debbano provvedervi (e, se necessario, adeguare il proprio statuto) entro il prossimo 16 dicembre 2019

Leggi dopo

Gli adempimenti societari per la nomina dell’organo di controllo o del revisore nelle s.r.l. entro il 16 dicembre

10 Dicembre 2019 | di Claudio Sottoriva, Andrea Cerri

Organo di controllo nella s.r.l.

Con la conversione del d.l. n. 32/2019, ad opera della legge n. 55/2019, sono state nuovamente modificate le soglie per l’obbligo di nomina degli organi di controllo o di revisione legale dei conti nelle s.r.l. di cui all’art. 2477 c.c. Ai sensi dell’art. 379, comma 3, c.c.i., la nomina dovrebbe essere effettuata entro il 16 dicembre 2019. In data 4 dicembre 2019 il Cndcec e la Fnc hanno evidenziato come sarebbe da preferire una soluzione che consenta alle società obbligate di rinviare la nomina dell’organo di controllo al momento in cui verrà convocata l’assemblea per l’approvazione del bilancio relativo all’esercizio 2019.

Leggi dopo

Pegno e usufrutto di partecipazioni sociali nelle società di capitali ed esercizio dei diritti

06 Dicembre 2019 | di Ottavia Civitelli

Pegno, usufrutto e sequestro di azioni

Ai sensi degli artt. 2352 e 2471-bis c.c. è possibile costituire diritti di pegno e usufrutto su partecipazioni sociali, sia azioni che quote di s.r.l. L’autore si concentra, in particolare, sulla spettanza dei più significativi diritti sociali al socio o al titolare dei vincoli sulla partecipazione, mettendo in evidenza il contemperamento realizzato dal legislatore tra gli interessi delle due categorie di soggetti coinvolti e le relative problematiche, anche avendo riguardo agli aspetti non espressamente oggetto di disciplina.

Leggi dopo

Pagine