Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Impugnazione di delibera di s.p.a.: legittimazione attiva e passiva

09 Febbraio 2017 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Impugnazione di delibere di s.p.a.

La società non ha un “proprio” interesse rispetto ad una determinata deliberazione e, pertanto, non può chiedere l’annullamento di deliberazioni riferibili ad assemblee dei propri soci ovvero l’accertamento della nullità di tali deliberazioni.

Leggi dopo

Mala gestio degli amministratori di società fallita

08 Febbraio 2017 | di La Redazione

Tribunale di Bologna

Azioni di creditori e organi di procedure concorsuali verso amministratori

Nell’ambito dell’azione di responsabilità esercitata dal curatore del fallimento di una società, ex art. 146 l. fall., gli amministratori sono responsabili verso la società dei danni derivanti dall’inosservanza dei doveri ad essi imposti.

Leggi dopo

Conflitto di interessi tra amministratore e società

06 Febbraio 2017 | di La Redazione

Tribunale di Genova

Interessi degli amministratori nelle s.p.a. e nelle s.r.l.

L’amministratore di una società di capitali non è legittimato a rappresentarla, nel giudizio relativo all’impugnazione di una delibera assembleare con cui gli sia stato riconosciuto un diritto nei confronti della società, avendo in tal caso interessi in conflitto con quelli della società e della maggioranza.

Leggi dopo

Società in concordato: criteri di redazione del bilancio e impugnazione delle delibere

03 Febbraio 2017 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Principi di redazione del bilancio

Anche nell’esercizio precedente alla domanda di ammissione al concordato preventivo, una società può procedere alla redazione del bilancio secondo i criteri di liquidazione: l’art. 2423-bis c.c. sui principi di redazione di bilancio impone di tener conto dei rischi e delle perdite di competenza dell’esercizio; in caso di prevedibile messa in liquidazione della società nel corso dell’esercizio successivo gli amministratori possono tener conto degli effetti che la liquidazione della società, imminente o già deliberata, produce sulla composizione del suo patrimonio.

Leggi dopo

Illegittima la segnalazione a sofferenza non preceduta da comunicazione al soggetto interessato

02 Febbraio 2017 | di La Redazione

Tribunale di Firenze

Centrale dei rischi

La segnalazione a sofferenza di un credito presso la Centrale dei Rischi alla Banca d’Italia deve essere preceduta da preventiva comunicazione all’interessato e, ai sensi dell’art. 4, comma 7, Codice di autodisciplina degli intermediari, tale comunicazione deve essere specifica e puntuale, in modo da consentire al cliente di evitare conseguenze pregiudizievoli. Di conseguenza la segnalazione è illegittima, e deve disporsene la cancellazione, se l’interessato non ne ha ricevuto alcun preavviso.

Leggi dopo

Trasformazione a maggioranza di società di persone in s.r.l.

01 Febbraio 2017 | di La Redazione

Tribunale di Spoleto

Trasformazione omogenea

L’art. 2500-ter c.c., che permette la trasformazione delle società di persone in società di capitali con il consenso della maggioranza dei soci (e non più all’unanimità) è applicabile anche alle decisioni di trasformazione assunte dai soci di società costituite prima dell’entrata in vigore della norma.

Leggi dopo

Amministratori privi di deleghe, mala gestio e direzione e coordinamento

30 Gennaio 2017 | di La Redazione

Tribunale di Prato

Azione sociale di responsabilità

In tema di responsabilità degli amministratori nei confronti della società (avente natura contrattuale) gli amministratori privi di deleghe rispondono delle conseguenze dannose della condotta degli amministratori delegati solo ove siano a conoscenza di necessari dati di fatto tali da sollecitare il loro intervento, ovvero non si siano attivati per procurarsi gli elementi necessari ad agire informati.

Leggi dopo

Competenza alla nomina del custode in caso di sequestro conservativo su quote di s.r.l.

27 Gennaio 2017 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Pegno, usufrutto e sequestro di azioni

In caso di sequestro conservativo su quote di s.r.l. la nomina del custode è necessaria, ex lege, atteso che il diritto di voto e gli altri diritti amministrativi devono essere esercitati, e artt. 2352 e 2471-bis c.c., da tale organo.

Leggi dopo

Presupposti del controllo esterno e della dipendenza economica

25 Gennaio 2017 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Società controllate e collegate

I sintomi di una posizione contrattuale forte della controparte non dimostrano di per sé una dominanza ed insostituibilità del partner commerciale.

Leggi dopo

Sopravvenienze passive di una s.r.l. cancellata

23 Gennaio 2017 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Estinzione delle società di capitali

In seguito all’estinzione della società, sussiste ed è attuale la responsabilità contrattuale in capo agli ex soci, ai sensi dell’art. 2495 comma 2 c.c., se il decreto ingiuntivo che ha accertato l’importo spettante al professionista è divenuto irrevocabile a seguito della mancata opposizione da parte della legale rappresentanza della società.

Leggi dopo

Pagine