Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Ammissibilità del concordato in continuità da realizzarsi mediante scissione societaria

22 Maggio 2015 | di La Redazione

Tribunale di Arezzo

Scissione d'azienda

Nel concordato preventivo che utilizza la scissione di società come modalità di esecuzione della proposta concordataria, la possibilità di considerare lo stesso come in continuità aziendale è subordinata alla circostanza che la società, scissa o scissionaria, che prosegua l’attività di impresa assuma, nei confronti del ceto creditorio, la responsabilità per l’adempimento della proposta concordataria.

Leggi dopo

Anche nelle s.r.l. può esservi il controllo giudiziario sulla gestione

21 Maggio 2015 | di La Redazione

Tribunale di Bologna

Organo di controllo nella s.r.l.

Anche nelle s.r.l. è ammissibile il controllo giudiziario, ex art. 2409 c.c., allorchè il ricorso sia proposto dal collegio sindacale di nomina obbligatoria, ex art. 2477 c.c.

Leggi dopo

Cessione del credito e opponibilità della compensazione

20 Maggio 2015 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Società di capitali

Il fideiussore citato in giudizio dal creditore unitamente al debitore principale per l'adempimento coattivo della medesima prestazione può opporgli non solo le eccezioni opponibili dal debitore principale, ma altresì quelle fondate sui suoi rapporti personali con il creditore.

Leggi dopo

Società in house: requisiti per l’esistenza e per la non assoggettabilità a fallimento

12 Maggio 2015 | di La Redazione

Tribunale di Napoli

Società in house

Per poter essere qualificata come società in house, e quindi non assoggettata al fallimento, l’impresa deve presentare specifici requisiti.

Leggi dopo

Concordato con vincolo di destinazione c.d. "puro" su beni di un socio fideiussore e opposizione della banca garantita

08 Maggio 2015 | di La Redazione

Tribunale di Ravenna

Concordato preventivo

Il vincolo ex art. 2645-ter c.c., per poter essere validamente opposto ai terzi è caratterizzato da eterodestinazione dei beni sottoposti a vincolo e meritevolezza degli interessi oggetto di tutela.

Leggi dopo

Tutte le società nate dalla scissione rispondono per i debiti non soddisfatti

07 Maggio 2015 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Scissione: effetti

La norma di cui all’art. 2506 quater, c. 3, c.c. disegna la responsabilità solidale di tutte le società coinvolte nella scissione per i debiti non soddisfatti dalla società alla quale tali debiti fanno carico a seguito della scissione.

Leggi dopo

Il liquidatore non può essere revocato senza contraddittorio

28 Aprile 2015 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Liquidazione di società di capitali

La revoca del liquidatore per giusta causa deve essere richiesta tramite l’attivazione di un procedimento contenzioso e non di volontaria giurisdizione.

Leggi dopo

Nozione di insolvenza di società commerciale in liquidazione

28 Aprile 2015 | di La Redazione

Tribunale di Cagliari

Liquidazione d'azienda

Lo stato di insolvenza di una società commerciale in liquidazione, quale presupposto per la dichiarazione di fallimento, si realizza in presenza di una situazione d’impotenza, non transitoria, a soddisfare le proprie obbligazioni, dipendente dalla inadeguatezza delle risorse attive rispetto all’esposizione debitoria.

Leggi dopo

La relazione che non attesta la veridicità dei dati aziendali è inidonea allo scopo e rende inammissibile il concordato

22 Aprile 2015 | di La Redazione

Tribunale di Rovigo

Concordato preventivo

Nell’ambito di un concordato preventivo, per assolvere allo scopo di consentire una valutazione prognostica favorevole di fattibilità del piano, l’attestazione deve muovere da un oggettivo riscontro di veridicità e correttezza dei dati aziendali.

Leggi dopo

Violazione degli obblighi di amministratore ed esclusione dell’unico socio accomandatario

22 Aprile 2015 | di La Redazione

TRIBUNALE DI TORINO

Amministrazione delle società di persone

La violazione degli obblighi inerenti alla qualità di amministratore può comportare oltre alla revoca dell'amministratore (ex art. 2259) anche l'esclusione del socio (ex art. 2286) soltanto allorquando le violazioni siano così gravi da incidere anche sul rapporto società-socio.

Leggi dopo

Pagine