Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Concordato, sospetti di atti in frode e dubbi sulla fattibilità: i limiti delle verifiche che deve svolgere l’attestatore

21 Aprile 2015 | di La Redazione

Tribunale di Udine

Concordato preventivo

Non spetta all’attestatore segnalare l’esistenza di atti in frode ai sensi dell’art. 173 l. fall., questi dovranno essere oggetto di indagine da parte del commissario giudiziale nella relazione di cui all’art. 172 l. fall.

Leggi dopo

Concordato preventivo con continuità aziendale e affitto d’azienda

16 Aprile 2015 | di La Redazione

TRIBUNALE DI BOLZANO

Concordato preventivo

L’affitto d’azienda è compatibile con l’applicazione della disciplina del concordato preventivo con continuità aziendale di cui all’art. 186-bis l. fall.

Leggi dopo

Fallimento in estensione: esclusione nel caso di partecipazione di una s.r.l. a società di fatto senza delibera autorizzativa

03 Aprile 2015 | di La Redazione

Tribunale di Foggia

Fallimento in estensione

In mancanza di preventiva delibera di autorizzazione all'assunzione di partecipazione da parte della s.r.l. in una società di fatto, l'estensione del fallimento non può essere dichiarata.

Leggi dopo

Anche le decisioni del CdA delle s.r.l. possono essere sindacate, ove si rivelino illegittime

27 Marzo 2015 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Amministratori di s.r.l.

L’art. 2388 c.c. è applicabile anche alle delibere assunte dal CdA delle s.r.l.

Leggi dopo

Azione di responsabilità del creditore contro gli amministratori di società in concordato preventivo

25 Marzo 2015 | di La Redazione

Tribunale di Piacenza

Concordato preventivo

Una volta ammessa la compatibilità dell’azione di responsabilità ex art. 2394 c.c. con la sottoposizione della società alla procedura di concordato preventivo, deve affermarsi la legittimazione attiva del singolo creditore.

Leggi dopo

L’efficacia reale della clausola di prelazione

24 Marzo 2015 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Clausole di prelazione

La c.d. efficacia reale della clausola di prelazione comporta di per sé l'opponibilità erga omnes della clausola, ma nel solo senso della inefficacia rispetto alla società dell'atto di trasferimento eseguito in violazione della clausola stessa.

Leggi dopo

Rinuncia alla domanda di preconcordato come ipotesi di abuso del diritto

24 Marzo 2015 | di La Redazione

Tribunale di Napoli

Concordato con riserva

E’ inammissibile la rinuncia alla domanda di concordato preventivo con riserva, formulata dal debitore a fronte della nomina del commissario giudiziale e delle lacune dell’attestazione rilevate dal tribunale, con contestuale deposito di nuova domanda concordataria.

Leggi dopo

Riduzione del capitale sociale e pregiudizio per i creditori

16 Marzo 2015 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Riduzione reale del capitale sociale

Sussiste il "pericolo di pregiudizio per i creditori" nel caso in cui la delibera di riduzione del capitale sociale comporti indiscutibilmente un peggioramento - in termini di composizione del patrimonio sociale - quanto alle possibilità di soddisfazione di crediti di terzi verso la società.

Leggi dopo

Sovraindebitamento: il trust istituito dopo l’emergere della crisi per fini elusivi è atto in frode

12 Marzo 2015 | di La Redazione

Tribunale di Reggio Emilia

Trust e impresa

Costituisce atto in frode ai creditori - ostativo alla composizione della crisi da sovraindebitamento - il trust istituito dal debitore successivamente al manifestarsi della situazione di squilibrio patrimoniale.

Leggi dopo

Il lodo sulla titolarità di quote di s.r.l. deve essere iscritto nel registro delle imprese

11 Marzo 2015 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Registro delle imprese

Anche ai sensi dell’art. 2470 c.c., il lodo - rituale o irrituale che sia - recante disposizioni relative alla titolarità di quote di s.r.l. deve essere iscritto nel registro delle imprese, così come debbono essere iscritte le sentenze recanti tal genere di disposizioni.

Leggi dopo

Pagine