Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Leasing traslativo: insinuazione al passivo e applicabilità dell’art. 72-quater l. fall. anche per risoluzione ante fallimento

27 Novembre 2014 | di La Redazione

Tribunale di Padova

Fallimento

Ai sensi del terzo comma dell’art. 72-quater l. fall. il concedente ha diritto a insinuarsi nello stato passivo per la differenza tra il credito vantato alla data del fallimento e quanto ricavato dalla nuova allocazione.

Leggi dopo

Fallimento: procedura competitiva per l’affitto d’azienda e poteri del giudice delegato

21 Novembre 2014 | di La Redazione

Tribunale di Novara

Fallimento

Il potere del giudice delegato di sospensione, ex art. 107, comma 4, l. fall., è limitato alle sole procedure di aggiudicazione di contratti di vendita e non può essere esteso, neanche in via analogica, a fattispecie relative all’aggiudicazione di un contratto di affitto d’azienda.

Leggi dopo

La responsabilità degli amministratori da attività di direzione e coordinamento

20 Novembre 2014 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Responsabilità da direzione e coordinamento

L'esercizio di un'attività di direzione e coordinamento rappresenta un fatto naturale e fisiologico, di per sé legittimo, che, tuttavia, al contempo richiede siano prefissati i limiti, oltrepassati i quali una tale attività diviene illegittima e fa sorgere la responsabilità di colui che, per tal modo, ne abusa.

Leggi dopo

Azione di responsabilità proposta dal curatore in luogo dei creditori sociali: danno risarcibile e onere della prova

13 Novembre 2014 | di La Redazione

Tribunale di S. M. Capua Vetere

Fallimento

Nell’azione di responsabilità proposta dal curatore in luogo dei creditori sociali, ex art. 2497, comma 4, c.c., ciò che è risarcibile è soltanto la lesione al patrimonio della società che ha causato un’insufficienza patrimoniale ostativa al soddisfacimento dei creditori sociali.

Leggi dopo

Fallibilità della società a partecipazione pubblica

11 Novembre 2014 | di La Redazione

Tribunale di Palermo

Fallimento

Le società costituite nelle forme previste dal codice civile ed aventi ad oggetto un’attività commerciale sono assoggettabili a fallimento, indipendentemente dall’effettiva esercizio di tale attività: esse infatti acquisiscono la qualità di imprenditore commerciale dal momento in cui si costituiscono e non, come avviene per l’imprenditore commerciale individuale, dall’inizio del concreto esercizio dell’attività d’impresa.

Leggi dopo

Società in house: qualificazione e non assoggettabilità a procedure concorsuali

28 Ottobre 2014 | di La Redazione

Tribunale di Teramo

Società in house

La società c.d. in house si caratterizza come ente pubblico ed è, pertanto, esclusa dal perimetro delle imprese fallibili e soggette alle procedure concorsuali, ex art. 1, comma 1, l. fall.

Leggi dopo

Azione revocatoria. La scientia decoctionis è ricavabile dalla situazione economica dell’intero gruppo societario

14 Ottobre 2014 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Gruppi di società

L’esistenza di un gruppo non determina il venir meno dell’autonomia giuridica ed economica delle singole società che lo compongono, è quindi perfettamente possibile che l’una sia insolvente mentre altra società possa proseguire l’attività sociale.

Leggi dopo

Cooperativa insolvente. Fallimento o liquidazione coatta amministrativa?

03 Ottobre 2014 | di La Redazione

Tribunale di Caltagirone

Società cooperative

Qualunque società cooperativa può essere soggetta alla liquidazione coatta amministrativa. Nel caso in cui la società cooperativa svolga un’attività commerciale, e si trovi in situazione di insolvenza, allora può essere sottoposta anche a procedura fallimentare, con applicazione del principio della prevenzione.

Leggi dopo

Ammissibilità del concordato di gruppo con continuità

03 Ottobre 2014 | di La Redazione

Tribunale di Palermo

Concordato preventivo

Pur non essendo espressamente disciplinato, è da considerarsi ammissibile il concordato di gruppo, ossia un concordato il cui piano aziendale si riferisca all’impresa di gruppo così da garantire la concentrazione in un’unica realtà aziendale e rendere possibile la prosecuzione dell’attività aziendale nel suo complesso.

Leggi dopo

Completezza della relazione per l’approvazione del piano nel preconcordato

29 Settembre 2014 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Concordato con riserva

Gli obblighi informativi di cui all’art. 161 l. fall. sono adempiuti qualora sia predisposta una relazione illustrativa dell’attività di gestione nonché delle operazioni compiute che permetta al commissario giudiziale e, per suo tramite, al tribunale di monitorare le iniziative che sono state messe in atto per la predisposizione della domanda di concordato.

Leggi dopo

Pagine