Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Aumento di capitale inscindibile: impossibile una sottoscrizione parziale in diminuzione della partecipazione

08 Maggio 2017 | di La Redazione

Tribunale di Bologna

Aumento di capitale sociale a pagamento

Salva espressa previsione contraria da parte dell’assemblea dei soci, l’aumento di capitale deve ritenersi inscindibile, dunque insuscettibile di frazionamento, con la conseguenza che ai soci non è consentito sottoscrivere l’aumento per un importo parziale, in misura non proporzionale alla partecipazione...

Leggi dopo

Impugnazione di delibera di approvazione del bilancio in caso di confisca Antimafia

04 Maggio 2017 | di La Redazione

Tribunale di Palermo

Approvazione del bilancio

Non può essere accolta l’istanza di sospensione cautelare della delibera che ha approvato il bilancio di una società di capitali il cui compendio aziendale sia stato oggetto di confisca di prevenzione Antimafia, se l’impugnazione ha ad oggetto un presunto conflitto di interessi, per essere stata la delibera di approvazione assunta con il voto determinante dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata...

Leggi dopo

L’iscrizione della società nel registro delle imprese ha effetto costitutivo e sanante

03 Maggio 2017 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Registro delle imprese

L’iscrizione della società nel registro delle imprese ha efficacia costitutiva, quanto all’acquisto della personalità giuridica in capo all’ente, e produce un effetto sanante rispetto ad ogni fattispecie di invalidità della società, ad esclusione delle sole ipotesi di nullità previste dall’art. 2332, comma 1, c.c.

Leggi dopo

Annullamento dei contratti conclusi dall’amministratore in conflitto di interessi

02 Maggio 2017 | di La Redazione

Tribunale di Brescia

Interessi degli amministratori nelle s.p.a. e nelle s.r.l.

Per l’annullamento dei contratti conclusi dall’amministratore di s.r.l. in conflitto di interessi, ai sensi dell’art. 2475-ter c.c., è sufficiente la potenzialità lesiva dell’atto...

Leggi dopo

Recesso del socio: determinazione del valore delle azioni in caso di contestazioni

27 Aprile 2017 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Diritto di recesso nella s.p.a.

In caso di recesso del socio da una s.p.a., la determinazione del valore delle azioni da liquidarsi sono determinate ai sensi dell’art. 2437-ter c.c.

Leggi dopo

La sospensione cautelare di delibere è possibile anche per le cooperative

26 Aprile 2017 | di La Redazione

Tribunale di Firenze

Società cooperative

Lo strumento della sospensione cautelare delle delibere, espressamente previsto dall’art. 2378, comma 3, c.c. per le società per azioni, deve ritenersi applicabile anche alle società cooperative, stante il meccanismo di rinvio previsto dall’art. 2519 c.c.

Leggi dopo

Fusione per incorporazione e dichiarazione di fallimento

24 Aprile 2017 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Fusione effetti

Ai fini della corretta instaurazione del contraddittorio ex art. 15 l.fall., il ricorso per la dichiarazione di fallimento di una società già incorporata per fusione ed il relativo decreto di convocazione vanno notificati all’ente incorporante.

Leggi dopo

Eccezione di incompetenza delle Sezioni Specializzate

21 Aprile 2017 | di La Redazione

Tribunale di Napoli

Sezioni specializzate in materia di imprese

In materia di competenza delle Sezioni Specializzate in materia di imprese, il giudice al quale compete la qualificazione giuridica dei fatti, può anche utilizzare, come fonte complementare del proprio convincimento, le eccezioni formulate dal convenuto, ma esse non possono essere tali da far individuare una diversa competenza quando questa è già compiutamente ravvisabile in base al petitum sostanziale della domanda.

Leggi dopo

Nulla la cessione di partecipazioni sociali se la procura è invalida

20 Aprile 2017 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Cessione d'azienda

È nulla la cessione delle partecipazioni sociali, pari al 100% della titolarità di un’impresa se la procura in capo al cedente risulta inutilizzabile, mancando in tal caso ogni volontà di stipulazione del negozio in capo al cedente

Leggi dopo

La prova del danno nell’azione contro gli amministratori

19 Aprile 2017 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Azioni di responsabilità verso amministratori e soci di s.r.l.

Gli inadempimenti di carattere formale, quali l’assenza o l’inaffidabilità delle scritture contabili, non implicano tout court l’esistenza di un danno risarcibile: colui che agisca nei confronti dell’amministratore, per far valere una sua responsabilità, è tenuto a provare non solo l’inadempimento ma, appunto, anche il pregiudizio sociale e il nesso di causalità tra condotta e danno.

Leggi dopo

Pagine