Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Le riserve straordinarie non sono sempre imputabili a capitale sociale

01 Ottobre 2015 | di La Redazione

Tribunale di Palermo

Capitale sociale

La delibera assembleare di aumento del capitale sociale mediante imputazione a capitale di riserve straordinarie risultanti in bilancio non è omologabile, e dunque non può essere iscritta nel registro delle imprese, laddove la riserva straordinaria di cui trattasi non corrisponda ad un consolidato risultato d’esercizio.

Leggi dopo

Nomina dell’amministratore e conflitto di interessi

30 Settembre 2015 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Interessi degli amministratori nelle società di capitali

In tema di conflitto di interessi in relazione alla nomina di un amministratore, non costituisce di per sé vizio invalidante la partecipazione alla votazione da parte del socio poi nominato amministratore.

Leggi dopo

Efficacia del recesso unilaterale del socio e opponibilità a terzi

29 Settembre 2015 | di La Redazione

Tribunale di Venezia

Scioglimento del rapporto sociale nelle società di persone

Il recesso del socio di società di persona, ex art. 2285 c.c., qualora si concretizzi in un'iniziativa personale del socio, e non sia invece frutto di un mutuo consenso volto a modificare l'originario patto sociale, ha natura di atto recettizio: esso si perfeziona e acquista efficacia non appena portato ritualmente a conoscenza degli altri soci, senza necessità di una accettazione da parte di questi ultimi.

Leggi dopo

La postergazione dei finanziamenti dei soci può essere applicata anche alla s.p.a.

28 Settembre 2015 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Finanziamenti e apporti spontanei dei soci

La valenza anti-elusiva della postergazione dei finanziamenti dei soci ex art. 2467 c.c. esprime un principio generale che, seppur esplicitato solo per le s.r.l., è applicabile anche alle s.p.a., laddove le stesse siano connotate da una base azionaria familiare o comunque ristretta.

Leggi dopo

Azione di responsabilità degli amministratori della società in house

25 Settembre 2015 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Società partecipate

L’azione di responsabilità degli amministratori proposta da una società in house deve essere ricondotta alla giurisdizione della Corte dei Conti posto che l’ente in house non può ritenersi terzo rispetto alla P.A. controllante, dovendo al contrario essere considerato come uno dei servizi propri dell’amministrazione stessa, non sussistendo alcuna distinzione soggettiva tra socio pubblico e società in house.

Leggi dopo

Il socio non può agire contro l’amministratore per il danno riflesso

24 Settembre 2015 | di La Redazione

Tribunale di Torino

Azioni individuali di responsabilità del socio o del terzo verso gli amministratori

L'azione individuale del socio nei confronti dell'amministratore di una società di capitali non è esperibile quando il danno lamentato costituisca solo il riflesso del pregiudizio al patrimonio sociale.

Leggi dopo

Responsabilità dell’amministratore tra scelte imprenditoriali e onere di diligenza

22 Settembre 2015 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Azione sociale di responsabilità

Il giudizio sulla diligenza dell’amministratore nell’adempimento del proprio mandato non può mai investire le scelte di gestione aziendale, pur se legate ad una evidente alea economica.

Leggi dopo

La convocazione dell’assemblea dei soci può avvenire via PEC

21 Settembre 2015 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Processo telematico

La posta elettronica certificata, consentendo l’invio di messaggi validi agli effetti di legge, permette al mittente la produzione della prova circa l’avvenuta consegna del messaggio e la certificazione del momento in cui è stato consegnato al destinatario.

Leggi dopo

Il commissario liquidatore incapace dopo la condanna penale decade dall’incarico

18 Settembre 2015 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Liquidazione coatta amministrativa

La pena accessoria dell’incapacità di esercitare uffici direttivi presso qualsiasi impresa comminata al commissario liquidatore comporta la decadenza dall’incarico, rilevabile anche d’ufficio.

Leggi dopo

La modifica dei diritti di partecipazione amministrativa legittima il recesso del socio dissenziente

17 Settembre 2015 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Diritto di recesso nella s.p.a.

Il diritto di recesso del socio di s.p.a., come risultante dalla riforma del 2003, risulta maggiormente aderente alla posizione del dissenso del socio di minoranza rispetto a modificazioni statutarie e ad altre vicende significative per l’assetto societario.

Leggi dopo

Pagine