Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

SRL: limiti del diritto del socio non amministratore di consultare i libri sociali

18 Giugno 2015 | di La Redazione

Tribunale di Torino

Controllo interno nella s.r.l.

Il diritto del socio non amministratore di una società a responsabilità limitata, riconosciuto dall’art. 2476, comma 2, c.c., di consultare i libri sociali e i documenti relativi alla gestione e di estrarne copia, incontra il limite della buona fede.

Leggi dopo

Cooperative: giudizio di opposizione contro la delibera di esclusione del socio

17 Giugno 2015 | di La Redazione

TRIBUNALE DI TORINO

Società cooperative

Nel giudizio di opposizione contro la deliberazione di esclusione del socio di una società cooperativa incombe su quest’ultima l’onere di provare i fatti a base della deliberazione impugnata.

Leggi dopo

Società di persone, rapporti fra soci e iscrizione nel Registro delle imprese della nomina del legale rappresentante

16 Giugno 2015 | di La Redazione

Tribunale di Torino

Registro delle imprese

In tema di società di persone, l’iscrizione nel registro delle imprese della nomina del legale rappresentante ha semplicemente efficacia dichiarativa.

Leggi dopo

Postergazione dei crediti derivanti dai finanziamenti dei soci

16 Giugno 2015 | di La Redazione

TRIBUNALE DI REGGIO EMILIA

Finanziamenti e apporti spontanei dei soci

I finanziamenti ai sensi dell’articolo 2467 c.c. non sono solo quelli derivanti da meri trasferimenti di danaro infra-gruppo, ma anche da rapporti diversi, quali ad es. quelli di fornitura di merci e di servizi, qualora si accerti in concreto che le forniture di beni, di servizi, o l’erogazione di altre utilità, ab-iano assolto – sotto il profilo finanziario – alla stessa funzione della dazione di danaro.

Leggi dopo

Postergazione del rimborso dei finanziamenti dei soci: deve esserci una effettiva situazione di crisi della società

05 Giugno 2015 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Finanziamenti e apporti spontanei dei soci

La condizione di inesigibilità del credito ex art. 2467 c.c. deve eccepirsi al socio finanziatore solo laddove il finanziamento sia stato erogato, e il rimborso richiesto, in presenza di una situazione di specifica crisi della società.

Leggi dopo

Ammissibilità del concordato in continuità da realizzarsi mediante scissione societaria

22 Maggio 2015 | di La Redazione

Tribunale di Arezzo

Scissione d'azienda

Nel concordato preventivo che utilizza la scissione di società come modalità di esecuzione della proposta concordataria, la possibilità di considerare lo stesso come in continuità aziendale è subordinata alla circostanza che la società, scissa o scissionaria, che prosegua l’attività di impresa assuma, nei confronti del ceto creditorio, la responsabilità per l’adempimento della proposta concordataria.

Leggi dopo

Anche nelle s.r.l. può esservi il controllo giudiziario sulla gestione

21 Maggio 2015 | di La Redazione

Tribunale di Bologna

Organo di controllo nella s.r.l.

Anche nelle s.r.l. è ammissibile il controllo giudiziario, ex art. 2409 c.c., allorchè il ricorso sia proposto dal collegio sindacale di nomina obbligatoria, ex art. 2477 c.c.

Leggi dopo

Cessione del credito e opponibilità della compensazione

20 Maggio 2015 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Società di capitali

Il fideiussore citato in giudizio dal creditore unitamente al debitore principale per l'adempimento coattivo della medesima prestazione può opporgli non solo le eccezioni opponibili dal debitore principale, ma altresì quelle fondate sui suoi rapporti personali con il creditore.

Leggi dopo

Società in house: requisiti per l’esistenza e per la non assoggettabilità a fallimento

12 Maggio 2015 | di La Redazione

Tribunale di Napoli

Società in house

Per poter essere qualificata come società in house, e quindi non assoggettata al fallimento, l’impresa deve presentare specifici requisiti.

Leggi dopo

Concordato con vincolo di destinazione c.d. "puro" su beni di un socio fideiussore e opposizione della banca garantita

08 Maggio 2015 | di La Redazione

Tribunale di Ravenna

Concordato preventivo

Il vincolo ex art. 2645-ter c.c., per poter essere validamente opposto ai terzi è caratterizzato da eterodestinazione dei beni sottoposti a vincolo e meritevolezza degli interessi oggetto di tutela.

Leggi dopo

Pagine