Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Diritto di recesso del socio di minoranza in caso di mutamento della holding

22 Ottobre 2015 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Diritto di recesso nei gruppi di società

L’art. 2497-quater c.c. legittima il diritto di recesso del socio di minoranza in caso di un’alterazione - in senso peggiorativo - delle condizioni di rischio dell’investimento dovuta al mutamento del socio di maggioranza, restando però preclusa tale possibilità ove venga presentata un’offerta vincolante d’acquisto della partecipazione, quale idonea alternativa al recesso.

Leggi dopo

Acquisto di quote sociali per usucapione

20 Ottobre 2015 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Quote di srl: emissione e circolazione

Appare applicabile anche alle partecipazioni societarie la regola di cui all’art. 1161 c.c., secondo la quale la proprietà di beni mobili si acquista in virtù del possesso continuato per dieci anni, qualora tale possesso sia stato acquistato in buona fede.

Leggi dopo

Responsabilità dell’intermediario finanziario e delle agenzie di rating

19 Ottobre 2015 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Intermediari finanziari

L’intermediario finanziario ha il preciso obbligo di segnalare al risparmiatore, in modo non generico ed approssimativo, la natura dell’investimento alla stregua della valutazione operata dalle maggiori agenzie di rating, trattandosi di dato che costituisce fattore idoneo ad influenzare in modo rilevante il processo decisionale dell’investitore.

Leggi dopo

Impugnazione della delibera di esclusione del socio moroso

15 Ottobre 2015 | di La Redazione

Tribunale di Palermo

Esclusione del socio nella s.r.l.

La delibera adottata dall’organo amministrativo di una s.r.l. al fine di escludere dalla società il socio moroso del pagamento dei conferimenti promessi, può essere impugnata dal socio stesso.

Leggi dopo

Rinvio dell’assemblea e convocazione dei soci assenti

14 Ottobre 2015 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Assemblea di s.p.a.: convocazione; presidenza; competenze; verbale e rinvio

In caso di assemblea totalitaria, l’aggiornamento dell’assemblea non richiede un nuovo avviso di convocazione dei soci.

Leggi dopo

Impugnazione della delibera di approvazione del bilancio

09 Ottobre 2015 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Approvazione del bilancio

Il giudizio sull’impugnazione del bilancio non può esaurirsi in una mera verifica formale del rispetto dei principi contabili, bensì deve valutare l’effettiva adeguatezza del documento approvato dall’assemblea a fornire un’informazione chiara e completa in ordine allo stato della società.

Leggi dopo

Sui compensi dei sindaci decide il Tribunale delle Imprese

08 Ottobre 2015 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Sezioni specializzate in materia di imprese

Ai sensi dell’art. 3 del d.lgs. 168/2003, la Sezione Specializzata in materia di impresa è competente per le cause e i procedimenti relativi a rapporti societari, inclusi quelli relativi all’accertamento, costituzione, modificazione o estinzione dei rapporti medesimi.

Leggi dopo

La dichiarazione di operatore qualificato esclude la responsabilità della banca

06 Ottobre 2015 | di La Redazione

Corte d'appello L'Aquila

Swap

In tema di contratti di intermediazioni mobiliare, il regolamento Consob n. 5387 del 1991 esclude l’applicabilità di alcune norme di protezione nei confronti di determinati operatori qualificati, i cui requisiti possono anche formare oggetto di una dichiarazione scritta dell’interessato in cui egli attesti di avere la competenza e la professionalità necessarie ad operare in materia mobiliare.

Leggi dopo

Quando si prescrive il termine per l’azione di responsabilità contro gli amministratori?

02 Ottobre 2015 | di La Redazione

Tribunale di Palermo

Azione sociale di responsabilità

L’azione sociale di responsabilità contro gli amministratori si prescrive nel termine quinquennale di cui all’art. 2949 c.c., con decorrenza dalla consumazione del fatto dannoso da parte dell’amministratore.

Leggi dopo

Le riserve straordinarie non sono sempre imputabili a capitale sociale

01 Ottobre 2015 | di La Redazione

Tribunale di Palermo

Capitale sociale

La delibera assembleare di aumento del capitale sociale mediante imputazione a capitale di riserve straordinarie risultanti in bilancio non è omologabile, e dunque non può essere iscritta nel registro delle imprese, laddove la riserva straordinaria di cui trattasi non corrisponda ad un consolidato risultato d’esercizio.

Leggi dopo

Pagine