Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Revoca della cancellazione della società

23 Marzo 2016 | di La Redazione

Tribunale di Napoli

Registro delle imprese

Nel caso in cui una società sia stata cancellata dal Registro delle imprese in assenza dei presupposti normativamente previsti, i soggetti interessati alla rimozione dell’atto illegittimo (tra cui ex soci ed ex amministratori) possono attivarsi ricorrendo al Giudice del Registro con una segnalazione ex art. 2191 c.c.

Leggi dopo

Contratto preliminare di cessione di quote

21 Marzo 2016 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Titoli azionari

In caso di contratto preliminare per persona da nominare avente ad oggetto la promessa della cessione delle quote d una società, la successiva dichiarazione di nomina del terzo beneficiario del contratto ha efficacia ex tunc e comporta dunque l’acquisizione di tutti i diritti e gli obblighi derivanti dal preliminare con effetto dalla stipulazione di quest’ultimo in capo al soggetto nominato.

Leggi dopo

Il controllo del Conservatore del Registro delle imprese

18 Marzo 2016 | di La Redazione

Tribunale di Reggio Emilia

Scioglimento delle società di capitali

In tema di accertamento della causa di scioglimento di una società di capitali, grava sugli amministratori l’onere della ricognizione della causa medesima e la sua iscrizione nel Registro delle imprese, mentre le definitive determinazioni in ordine a tale evento restano demandate all’assemblea ex art. 2485 c.c.

Leggi dopo

Responsabilità dell’amministratore rappresentante della società

17 Marzo 2016 | di La Redazione

Tribunale di Pescara

Rappresentanza nelle società di persone

Nelle società di persone, ai sensi dell'art. 2291 c.c. l’amministratore che ha la rappresentanza della società risponde solidalmente ed illimitatamente delle obbligazioni sociali ed è, ai sensi dell'art 2298 c.c., l'unico soggetto legittimato a compiere gli atti che rientrano nell'oggetto sociale, e quindi a compiere atti di amministrazione...

Leggi dopo

Dimissioni dell’amministratore

16 Marzo 2016 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Amministratori di s.r.l.

In caso di nomina di due amministratori con poteri disgiunti (non potendosi ravvisare in tal caso la costituzione di un Consiglio di Amministrazione), le dimissioni di uno dei due, in quanto atto unilaterale recettizio, sono immediatamente efficaci non appena ricevute dal destinatario.

Leggi dopo

Responsabilità solidale delle società coinvolte nella scissione per i debiti insoddisfatti

14 Marzo 2016 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Scissione: effetti

In caso di scissione, ciascuna società coinvolta è solidalmente responsabile, nei limiti del valore effettivo del patrimonio netto ad essa assegnato o rimasto, dei debiti della società scissa non soddisfatti, ai sensi dell’art. 2506-quater, comma 3, c.c.

Leggi dopo

Accertamento della causa di scioglimento della società

11 Marzo 2016 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Registro delle imprese

Il reiterato esito negativo dell’assemblea convocata per l’approvazione del bilancio è riconducibile alla causa di scioglimento della società riferita all’incapacità di funzionamento dell’organo assembleare che, ai sensi dell’art. 2485 c.c., deve essere accertata dagli amministratori.

Leggi dopo

Intermediazione finanziaria: impugnazione del lodo arbitrale

09 Marzo 2016 | di La Redazione

Corte d’appello di Milano

Intermediari finanziari

Le norme sulla negoziazione di strumenti finanziari non sono ricomprese nel novero dei principi fondamentali desumibili dall’ordinamento, ossia nell’insieme dei canoni che in un determinato periodo storico rappresentano le regole di ordine pubblico.

Leggi dopo

Sequestro della società e autorizzazione al pagamento dei creditori

08 Marzo 2016 | di La Redazione

Tribunale di Napoli

Sequestro penale di azienda; quote e azioni di società

La richiesta presentata dagli amministratori giudiziari di una società sottoposta a sequestro ex art. 321 c.p.p. per l’ottenimento dell’autorizzazione al pagamento dei debiti pregressi relativi a forniture di carattere continuativo e ancora in corso, al fine di evitare l’interruzione della fornitura e la paralisi dell’attività aziendale, deve trovare accoglimento in virtù dell’art. 56, comma 3, Cod. Antimafia (d.lgs. n. 159/2011).

Leggi dopo

La tipicità del sequestro di quote sociali

07 Marzo 2016 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Confische

Nel caso di proposizione di una domanda cautelare fondata sull’intervenuta risoluzione di diritto di un contratto di cessione di quote sociali e sul rischio che il cessionario possa vendere a terzi le suddette quote, ancora in suo possesso in quanto inerte rispetto alla richiesta di retrocessione, oppure esercitare i diritti sociali nonostante sia privo della qualità di socio, l’unico strumento cautelare tipico è il sequestro giudiziario delle quote ai sensi dell’art. 670 c.p.c.

Leggi dopo

Pagine