Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

L’atto di pignoramento della liquidazione della quota sociale deve essere pubblicizzato

23 Luglio 2015 | di La Redazione

Tribunale di Asti

Registro delle imprese

In tema di iscrizione degli atti nel Registro delle Imprese vige il principio di tassatività il quale tuttavia incorre nella necessità di essere contemperato con l’esigenza di garantire la completezza e l’organicità della pubblicità.

Leggi dopo

L’istanza di sequestro conservativo da parte del curatore fallimentare

21 Luglio 2015 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Fallimento

Ai sensi dell’art. 671 c.p.c., il requisito, cui la legge condiziona il sequestro conservativo, di un effettivo e reale timore dei creditori non può, né in via di principio né in concreto, risolversi nella “bonitas” del diritto di credito (risarcitorio) azionato dal ricorrente.

Leggi dopo

Versamento di soci in conto futuro aumento di capitale e diritto alla restituzione

20 Luglio 2015 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Apporti in conto capitale, a fondo perduto e a copertura perdite

A fronte di un versamento in conto futuro aumento di capitale, il socio erogante può far valere il diritto alla restituzione dell’apporto eseguito prima dello scioglimento della società.

Leggi dopo

Assenza di informazioni e annullabilità della delibera assembleare

09 Luglio 2015 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Aumento di capitale sociale a pagamento

In tema di annullabilità della delibera assembleare di s.r.l. l’assoluta assenza di informazione deve configurarsi in relazione al procedimento di convocazione.

Leggi dopo

Eliminazione della clausola statutaria di prelazione e abuso di potere dell’assemblea dei soci

07 Luglio 2015 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Clausole di prelazione

L’eliminazione della previsione statutaria che prevede il diritto di prelazione è possibile in quanto essa non elimini anche nel contempo il diritto di prelazione esercitabile dal socio al momento della deliberazione o in un momento subito successivo.

Leggi dopo

C’è pregiudizio per i creditori se la riduzione avviene con imputazione del capitale a riserve disponibili

25 Giugno 2015 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Riduzione reale del capitale sociale

In caso di riduzione del capitale sociale di una s.p.a., sussiste il “pericolo di pregiudizio per i creditori” che, ai sensi dell’art. 2482, comma 3, c.c., legittima l’opposizione, quando ingenti risorse del capitale vengono destinate a riserve.

Leggi dopo

Il credito dei soci per i finanziamenti postergati non equivale al conferimento di capitale di rischio

22 Giugno 2015 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Finanziamenti e apporti spontanei dei soci

Il credito per finanziamento soci postergato non può essere equiparato tout court al conferimento di capitale di rischio, giacché rimane pur sempre un credito.

Leggi dopo

La cessione dell’azienda può essere condizionata al pagamento dei debiti

22 Giugno 2015 | di La Redazione

Tribunale di Torino

Cessione d'azienda

In tema di contratto di cessione di azienda, ai sensi dell’art. 1363 c.c. le clausole dell’accordo devono essere interpretate le une per mezzo delle altre, attribuendo a ciascuna il senso che risulta dal complesso dell’atto.

Leggi dopo

La denuntiatio in ambito societario

19 Giugno 2015 | di La Redazione

Tribunale di Torino

Clausole di prelazione

La denuntiatio costituisce una mera dichiarazione della intenzione di vendere, ed ha la finalità di dare vita a una contrattazione, di provocare da parte dell’oblato una proposta di acquisto che tuttavia non perfeziona il contratto, essendo necessaria la conforme accettazione della controparte: tale ricostruzione della denuntiatio è la più confacente alla struttura ed alle finalità della prelazione in ambito societario.

Leggi dopo

Il patto di famiglia che conferisce beni in natura dei soci fondatori è revocabile

19 Giugno 2015 | di La Redazione

Tribunale di Torino

Decisioni dei soci nelle società di persone

E’ ammissibile l’azione revocatoria del negozio di conferimento di beni in natura dei soci fondatori in favore della società.

Leggi dopo

Pagine