Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Il diritto al compenso dell’amministratore di s.r.l.

15 Giugno 2017 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Amministratori di s.r.l.

In tema di diritto al compenso degli amministratori di società di capitali per l’attività da essi svolta, il disposto dell’art. 2489 c.c., dettato espressamente per le s.p.a., trova applicazione anche nelle s.r.l...

Leggi dopo

Competenza della Sezione Specializzata per le controversie tra società e amministratori

14 Giugno 2017 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Sezioni specializzate in materia di imprese

L’art. 3, comma 2, lett. a) D.Lgs. n. 168/2003, là dove fa riferimento alla competenza della Sezione Specializzata del Tribunale delle imprese sulle cause e i procedimenti relative a rapporti societari...

Leggi dopo

Sequestro giudiziario delle quote societarie: il presupposto concreto del periculum

12 Giugno 2017 | di La Redazione

Tribunale di Venezia

Quote di srl: emissione e circolazione

Per la concessione del sequestro giudiziario di quote societarie, il requisito del periculum in mora non può essere riferito alla tipologia dell’oggetto del contratto, non può cioè farsi riferimento alla generica impossibilità di trascrivere la domanda giudiziale e di poter così opporre la relativa pronuncia ad eventuali terzi acquirenti...

Leggi dopo

Delibera assembleare invalida se il verbale non indica i soci presenti

09 Giugno 2017 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Annullabilità delle deliberazioni di s.p.a.

Ai sensi dell’art. 2375 c.c. le delibere assembleari devono constare dal verbale contenente la data dell’assemblea e, anche in allegato, l’identità dei partecipanti e il capitale rappresentato da ciascuno; deve anche consentire l’identificazione dei soci favorevoli, astenuti o dissenzienti.

Leggi dopo

Per i debiti sorti prima della scissione tutte le società sono obbligate in solido

07 Giugno 2017 | di La Redazione

CTR Campania

Scissione: effetti

In caso di scissione, per i debiti tributari non sussiste alcuna sussidiarietà nella responsabilità della società beneficiaria rispetto alla società scissa...

Leggi dopo

Inefficacia dell’opposizione dei creditori alla fusione per effetto del deposito fiduciario

05 Giugno 2017 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Fusione: opposizione dei creditori

La realizzazione di una delle fattispecie di cui all’art. 2503, comma 1, c.c., ha l’effetto di rendere inefficace l’opposizione dei creditori, al pari del provvedimento del Tribunale autorizzativo della fusione, ex art. 2445 c.c.

Leggi dopo

Il mascheramento dei dati societari e l’accesso del socio alla documentazione

01 Giugno 2017 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Controllo interno nella s.r.l.

Il diritto di accesso alla documentazione sociale, espressamente riconosciuto ai soci della s.r.l. che non partecipano all’amministrazione, ex art. 2476, comma 2 c.c., non è in sé subordinato ad alcuna dimostrazione di specifico interesse da parte del socio; tuttavia...

Leggi dopo

L’iscrizione dell’omologa del concordato nel Registro delle imprese non va cancellata

31 Maggio 2017 | di La Redazione

Tribunale di Trento

Registro delle imprese

Non può essere accolta la richiesta di cancellazione dell’iscrizione del decreto di omologazione del concordato preventivo nel registro delle imprese.

Leggi dopo

Illegittima segnalazione a sofferenza e risarcimento del danno

29 Maggio 2017 | di La Redazione

Tribunale di Cosenza

Centrale dei rischi

In caso di illegittima segnalazione di una posizione in sofferenza presso la Centrale dei rischi, sussiste tanto un danno patrimoniale quanto un danno non patrimoniale alla persona, con riguardo ai valori della reputazione e dell’onore.

Leggi dopo

Valida la nomina di una società di capitali quale amministratore di una s.r.l.

26 Maggio 2017 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Sistemi di amministrazione di s.r.l.

È ammissibile la nomina di una società di capitali quale amministratore di una s.r.l.: il sistema di amministrazione di tale tipologia sociale, caratterizzato da ampia flessibilità, consente oggi la previsione statutaria di meccanismi di individuazione e nomina dell’organo gestorio derogatori rispetto alla decisione dei soci prevista quale naturale negotii dall’art. 2475 c.c.

Leggi dopo

Pagine