Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Alle Sezioni Specializzate la controversia sul compenso dei sindaci

29 Settembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Sezioni specializzate in materia di imprese

La controversia tra componente del collegio sindacale e società, avente ad oggetto le somme da quest’ultima dovute per l’attività esercitata va attribuita alla cognizione della sezione specializzata in materia di impresa...

Leggi dopo

Il socio postergato può chiedere il fallimento della società

28 Settembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Rovigo

Fallimento

Il socio postergato è legittimato ad agire per la dichiarazione di fallimento della società, posto che da un lato agisce come terzo e, dall’altro, vanta un credito che, sebbene postergato, gli conferisce un diritto patrimoniale

Leggi dopo

Competenza della Sezione Specializzata sulla revocatoria della cessione di quote

26 Settembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Palermo

Sezioni specializzate in materia di imprese

Il giudizio avente ad oggetto un’azione revocatoria di cessione di quote sociali è di competenza delle Sezioni Specializzate del Tribunale...

Leggi dopo

Responsabilità degli amministratori di s.r.l.: elemento soggettivo, danno e nesso di causalità

25 Settembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Azioni di responsabilità verso amministratori e soci di s.r.l.

La responsabilità degli amministratori di una s.r.l. non può essere invocata sulla base delle incidenze negative di scelte gestionali inopportune, dovendosi, al contrario, esigere un fatto illecito, cioè un comportamento (doloso o colposo), che integri la violazione degli obblighi dell’amministratore medesimo (sia quelli inerenti alla carica, sia quelli generali stabiliti dall’ordinamento a tutela dei diritti dei terzi.

Leggi dopo

Limiti alla nomina del liquidatore da parte del Tribunale

22 Settembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Liquidazione di società di capitali

Non può essere accolto il ricorso di nomina giudiziale del liquidatore se l’amministratore ricorrente è anche socio detentore di partecipazioni sufficienti a procedere in autonomia alla nomina...

Leggi dopo

Nomina giudiziale del liquidatore senza convocazione dell’assemblea

20 Settembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Treviso

Liquidazione di società di capitali

Il Tribunale può procedere alla nomina del liquidatore, ex art. 2487 c.c. anche senza convocare giudizialmente l’assemblea, dopo che la regolare convocazione abbia dato esito infruttuoso...

Leggi dopo

Cessione di azioni societarie e pagamento del prezzo

18 Settembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Emissione delle azioni

In tema di compravendita di azioni sociali, si può applicare in via analogica quanto disposto dall’art. 1498 c.c. in quanto i principi dettati in materia non mutano per il solo fatto che si tratta della vendita di azioni di società.

Leggi dopo

Interferenze nella gestione societaria

15 Settembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Torino

Amministrazione tradizionale nella s.p.a.

In tema interferenza nella gestione societaria, il riferimento ad una serie di comportamenti ed episodi che non si concretizzano in una violazione di regole contrattuali, né in mala fede e/o scorrettezza...

Leggi dopo

Inammissibile la richiesta di revoca del liquidatore già decaduto per morte

13 Settembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Liquidazione di società di capitali

Ai sensi dell’art. 2487, comma 4, c.c. i liquidatori possono essere revocati dal Tribunale quando sussiste una giusta causa, su istanza di soci, dei sindaci o del PM; non è però configurabile la revoca di un soggetto il cui incarico sia già cessato per morte.

Leggi dopo

L’autorizzazione alla fusione con opposizione dei creditori è volontaria giurisdizione

08 Settembre 2017 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Fusione: opposizione dei creditori

Il procedimento di autorizzazione alla fusione, in pendenza di opposizioni dei creditori, ha natura di volontaria giurisdizione: l’autorizzazione prevista dall’ultimo comma dell’art. 2445 c.c., richiamato dall’art. 2503 c.c., è un provvedimento destinato a rimuovere un ostacolo al compimento di un atto di autonomia privata...

Leggi dopo

Pagine