Casi e sentenze di merito

Casi e sentenze di merito

Finanziamento dei soci: l’obbligo del socio richiede un’espressa manifestazione di volontà

20 Luglio 2018 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Finanziamenti e apporti spontanei dei soci

Perché l’obbligo di finanziamento verso la società, a titolo di mutuo, diventi obbligatorio per il socio non è sufficiente il solo assenso dell’ente, ottenuto con una delibera dell’organo assembleare, ma occorre che vengano costituiti ulteriori e distinti rapporti contrattuali tra la società e il socio.

Leggi dopo

Azione del creditore contro il liquidatore di s.r.l.: il nesso causale tra condotta negligente e danno

18 Luglio 2018 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Azioni individuali di responsabilità del socio o del terzo verso gli amministratori

Nell’ambito di un’azione cautelare, promossa dal creditore di una società in liquidazione, e strumentale all’azione di responsabilità nei confronti del liquidatore, ex art. 2489 c.c., non può essere accolto il ricorso per sequestro conservativo in assenza del fumus di fondatezza dell’azione di responsabilità

Leggi dopo

Socio e lavoratore subordinato non sono posizioni incompatibili

12 Luglio 2018 | di La Redazione

Tribunale di Reggio Emilia

Socio d'opera nella s.r.l.

Non c’è incompatibilità tra la posizione di socio e quella di lavoratore subordinato, qualora il potere direttivo e gerarchico disciplinare siano in mano di un organismo superiore e diverso, e siano concretamente esercitati nei confronti del socio/dipendente.

Leggi dopo

Cancellazione d’ufficio di start up dalla sezione speciale del registro senza intervento del giudice

09 Luglio 2018 | di La Redazione

Tribunale di Arezzo

Start up innovativa

Ai sensi dell’art. 25, comma 16, d.l. n. 179/2012, le start up innovative che abbiano perso i requisiti di cui ai precedenti commi 2 e 5, sono cancellate d’ufficio dalla sezione speciale del registro delle imprese, a cura del conservatore del registro, senza che sia necessario il ricorso al giudice del registro.

Leggi dopo

Liquidazione delle azioni del socio receduto in caso di contestazioni

05 Luglio 2018 | di La Redazione

Tribunale di Torino

Diritto di recesso nella s.p.a.

In caso di contestazione del valore di liquidazione delle azioni determinato dagli amministratori ex art. 2437-ter, comma 2 c.c., il comma 6 del medesimo articolo rimette la determinazione del valore ad un esperto nominato dal tribunale: in tal caso, però, l’intervento del giudice è circoscritto alle ipotesi di manifesta iniquità o erroneità della determinazione del terzo

Leggi dopo

Il ruolo del collegio sindacale delle banche in presenza di internal audit

02 Luglio 2018 | di La Redazione

Corte d'appello di Venezia

Collegio sindacale di s.p.a.: poteri, doveri e responsabilità

In tema di organi di controllo delle banche, la funzione di controllo interno, demandata ad unità operative quali l’internal audit e la compliance, rappresenta un ausilio del quale il collegio sindacale può avvalersi per l’adempimento dei propri doveri, ma non esonera quest’ultimo né dall'obbligo di controllare autonomamente l'attendibilità e la rispondenza dei dati provenienti dai flussi informativi, né dall'obbligo di vagliare la veridicità stessa e la completezza dei dati.

Leggi dopo

Azione di responsabilità di s.r.l. esercitata dal liquidatore e clausola compromissoria

29 Giugno 2018 | di La Redazione

Tribunale di Milano

Azioni di responsabilità verso amministratori e soci di s.r.l.

La clausola arbitrale è opponibile sia al liquidatore sociale sia al liquidatore giudiziale che agiscano ex art. 2476, comma 3, c.c.

Leggi dopo

Rapporti bancari: l’onere della prova del correntista che agisce per la ripetizione dell’indebito

27 Giugno 2018 | di La Redazione

Tribunale di Roma

Contratti bancari nell'impresa

Nei rapporti bancari in conto corrente, il correntista che agisca in giudizio per la ripetizione dell'indebito è tenuto a fornire la prova sia degli avvenuti pagamenti che della mancanza, rispetto ad essi, di una valida causa debendi

Leggi dopo

Fallibile l’imprenditore agricolo che svolge attività commerciale

26 Giugno 2018 | di La Redazione

Corte d'Appello di Trento

Impresa agricola

L’imprenditore agricolo che, dopo aver cessato ogni attività agricola e avere abbandonato ogni collegamento funzionale della sua attività con il fattore produttivo terra, intraprenda una delle attività commerciale di cui all'art. 2195 c.c., deve considerarsi imprenditore commerciale, in quanto tale fallibile.

Leggi dopo

La natura di prodotto finanziario delle polizze unit-linked

25 Giugno 2018 | di La Redazione

Tribunale di Genova

Società con oggetti speciali

In tema di polizze assicurative, deve affermarsi la natura di prodotto finanziario della polizza, c.d. unit linked, che consista nel pagamento di un premio al fine di ottenere, alla scadenza del termine del contratto ovvero alla morte dell’assicurato, la riscossione di un importo, costituito dal premio complessivamente versato, che dipende dall’andamento del fondo mobiliare in cui le somme sono investite

Leggi dopo

Pagine