Bussola

Venture capital

23 Giugno 2015 | ,

Sommario

Inquadramento | Introduzione | Caratteristiche ed opportunità | I venture capitalists | Procedura di investimento | Aspetti fiscali | Riferimenti |

 

Il venture capital, o capitale di rischio, è una particolare forma d’investimento che consiste nel conferimento temporaneo (solitamente di medio/lungo termine)  in una società neocostituita (o anche preesistente) di: mezzi finanziari necessari per svolgere l’attività d’impresa e realizzare un progetto; know-how del conferente, il quale solitamente è un soggetto con grande esperienza non solo tecnica, ma anche manageriale; rete di contatti dell’investitore, che consentirà di migliorare i rapporti tra azienda ed ambiente esterno. La principale caratteristica di questa forma di finanziamento è che, a differenza di quello tradizionale (in capitale di debito), l’investitore diventa, seppur temporaneamente, socio (o azionista) dell’azienda finanziata, quindi la sua attenzione non sarà concentrata sulla solvibilità aziendale, bensì sulla capacità di creare valore e sulle procedure da attuare, al fine di ottenere un guadagno nel momento in cui venderà la propria partecipazione.      Al fine di incentivare questa forma di erogazione il D.L. 18 ottobre 2012 n. 179, e successive modifiche, ha previsto delle detrazioni, ai fini IRPEF, e delle deduzioni, ai fini IRES per i periodi 2013-2014-2015-2016 a quei contribuenti che investono in start-up innovative.

Leggi dopo