Bussola

Società occulte

28 Luglio 2015 |

Sommario

Inquadramento | Nozione e scopo della società occulta | Fallimento della società occulta | Riferimenti |

 

Una società si definisce occulta quando due o più persone decidono di costituire un’iniziativa economica comune attraverso un patto non scritto o destinato a rimanere segreto, impegnandosi a non rivelare all’esterno, nei rapporti con i terzi, la sua esistenza. L’attività di impresa, dunque, si presenta all’esterno come ditta individuale, mentre a tutti gli effetti, nei rapporti interni, essa risulta operativa. Attraverso una società occulta, pertanto, i soci della stessa limitano la propria responsabilità al solo patrimonio del soggetto che agisce come imprenditore individuale e che pertanto si presenta all’esterno come tale. In sostanza, nella società occulta i soci partecipano all’attività economica comune al fine di produrre un profitto da ripartire secondo gli accordi risultanti da un patto non conoscibile a terzi, attraverso un capitale comune costituito tramite conferimenti individuali. Data la segretezza del patto che la contraddistingue, l’esistenza di una società occulta può essere provata attraverso vari strumenti di prova, quali ad esempio quelli testimoniali o tramite presunzioni.

Leggi dopo