Bussola

Sezioni specializzate in materia di imprese

Sommario

Inquadramento | La competenza per territorio | La competenza per materia | Il Tribunale delle società con sede all’estero | Profili ordinamentali | Riferimenti giurisprudenziali e dottrinari |

 

L’art. 2 del d.l. 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, in l. 24 marzo 2012, n. 27, sotto la rubrica “Tribunale delle imprese”, ha istituito la nuova figura delle Sezioni specializzate in materia di impresa, innestando la relativa disciplina sulle esistenti sezioni specializzate in materia di proprietà industriale, di cui al d.lgs. 27 giugno 2003, n. 168 che oggi risulta completamente riformulato. La costituzione delle Sezioni specializzate ha il dichiarato obiettivo - «mediante la costituzione di un giudice specializzato in materia di impresa, attraverso la concentrazione delle cause presso un numero ridotto di uffici giudiziari - di ridurre i tempi di definizione delle controversie in cui è parte una società di medio/grandi dimensioni, aumentando la competitività sul mercato» (relazione al decreto legge).   Le nuove Sezioni sono istituite presso i Tribunali e le Corti d'appello di Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Trieste e Venezia (art. 1,  comma 1, d.lgs. 27 giugno 2003, n. 168), presso i Tribunali e le Corti d'appello aventi sede nel capoluogo di ogni regione, ove non esistenti nelle città ora elencate (art. 1 comma 1 bis), nonché presso i Tribunali e le Corti di appello di Brescia e di Bolzano.   Le Sezioni in...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento