Bussola

Scioglimento delle società di capitali

29 Marzo 2016 |

Sommario

Inquadramento | Le cause di scioglimento | Gli effetti dello scioglimento | I poteri degli amministratori nella fase pre-liquidatoria | Riferimenti |

 

Gli artt. 2484, 2485, 2486 c.c. individuano rispettivamente le cause di scioglimento delle società di capitali, gli obblighi degli amministratori al momento del verificarsi di una causa di scioglimento e i poteri degli amministratori nel periodo di tempo che intercorre tra la verificazione di una causa di scioglimento della società di capitali e il momento del “passaggio delle consegne” ai liquidatori, ai sensi dell’art. 2487-bis, comma 3, c.c.   Per quanto riguarda le cause di scioglimento, oltre a quelle eventualmente previste nello statuto o nell’atto costitutivo, esse sono state tipizzate dal legislatore nel comma 1 dell’art. 2484 c.c., mentre nel comma 2 è stato disposto un rinvio ad altre cause di scioglimento eventualmente previste ex lege. La norma ha inteso infine disciplinare il momento di efficacia dello scioglimento una volta accertato/deliberato, coincidente con l’iscrizione del relativo provvedimento presso l’Ufficio del Registro delle Imprese.   Dal momento del verificarsi di una causa di scioglimento della società di capitali, in capo agli amministratori incombe l’obbligo di accertarne con immediatezza l’insorgenza e di compiere tutti gli adempimenti successivi necessari e connessi (art. 2485 c.c.), pena, in caso di ritardo/omissione, la responsabilità persona...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Multimedia

Multimedia

Su Società di capitali

Vedi tutti »