Bussola

Responsabilità dei soci di società di persone per le obbligazioni sociali

Sommario

Inquadramento | Responsabilità per le obbligazioni sociali | Escussione preventiva del patrimonio sociale | Responsabilità del nuovo socio | Creditori particolari del socio e divieto di compensazione | Riferimenti |

 

Nella società di persone i creditori sociali possono far valere le loro pretese non solo sul patrimonio sociale ma anche sul patrimonio personale dei soci i quali rispondono illimitatamente e solidalmente per le obbligazioni sociali rimaste insoddisfatte (artt. 2267, comma 1 e 2291, comma 1, c.c.). Tuttavia, il principio appena enunciato può essere esplicitato anche affermando che nelle società di persone (ed, in particolare: società semplice e società in nome collettivo), delle obbligazioni sociali risponde innanzitutto la società con il suo patrimonio (garanzia primaria) e, in caso d’incapienza di quest’ultimo, anche i soci illimitatamente e solidalmente (garanzia sussidiaria). La società in accomandita semplice, come noto, è caratterizzata dalla presenza di soci accomandatari illimitatamente responsabili e soci accomandanti responsabili limitatamente alla quota conferita, alla quale, si applicano, a seguito del rinvio operato dall’art. 2315 c.c., le disposizioni della società in nome collettivo (e, per rinvio dell’art. 2293 c.c., le norme della società semplice), in quanto compatibili con le norme specifiche previste per l’accomandita semplice.  Mentre nelle società in nome collettivo la responsabilità illimitata e solidale dei soci non è derogabile né opponibile ai terzi (...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Su Responsabilità dei soci di società di persone per le obbligazioni sociali

Vedi tutti »