Bussola

Nota integrativa

21 Aprile 2017 | ,

Sommario

Premessa | Inquadramento | Contenuto della Nota integrativa | Informazioni richieste da altre norme civilistiche | Informazioni richieste dalle altre norme di legge | La Nota integrativa nei principi contabili internazionali | Informazioni richieste dai principi contabili nazionali | Riferimenti |

 

Il novellato art. 2423 c.c., modificato dall'art. 6, comma 2, lett. a) D.Lgs. n. 139/2015, stabilisce che il bilancio di esercizio è formato dallo Stato Patrimoniale, dal Conto Economico e dalla Nota Integrativa (NI). Quest’ultima funge da raccolta di informazioni integrative degli schemi di bilancio, che servono a fornire una rappresentazione più completa, corretta e veritiera della situazione patrimoniale e finanziaria dell’impresa. Pertanto le informazioni al suo interno devono essere aggiuntive, esplicative e complementari. La norma principe che definisce il contenuto della Nota Integrativa è l’art. 2427 c.c.; tuttavia esistono numerose altre norme, civilistiche e non, che contengono diverse informazioni da inserire nella nota integrativa. Nel caso di imprese di minori dimensioni che redigano il bilancio in forma abbreviata, anche la nota integrativa avrà una forma più snella, poiché priva di alcune specifiche informazioni individuate dal legislatore nell’art. 2435 c.c. Il  4 settembre 2015 è stato pubblicato in G.U. il D.Lgs. 139 che da attuazione alla direttiva europea 2013/34/UE, relativa ai bilanci d’esercizio e ai bilanci consolidati, modificando in maniera sostanziale l’art. 2427 c.c. disciplinante il contenuto della Nota integrativa. Le modifiche riguarderanno i bi...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento