Bussola

Interessi degli amministratori nelle s.p.a. e nelle s.r.l.

Sommario

Inquadramento | Il riferimento normativo | Interessi a latere e in conflitto nella delega di gestione | Obbligo di astensione dell’amministratore in conflitto | Riflessi a seguito dell’interesse in conflitto | Ancora sulla nozione di interesse | Riferimenti |

 

Il tema dell’interesse in conflitto (recte, a latere) dell’amministratore all’interno delle società di capitali vuole l’attenta disamina della natura, della portata e degli effetti del singolo interesse di cui l’amministratore è portatore nei confronti della società che sta gestendo. Difatti, la nuova regola del c.d. conflitto di interesse è stata profondamente cambiata rispetto al passato ed ora si può apprezzare come un interesse dell’amministratore abbia rilevanza solo a seguito della verificazione di un danno a carico della società, ma soltanto se il soggetto non abbia rispettato una dettagliata procedura di informazione a favore dell’ente. La disciplina delle s.p.a. e delle s.r.l., in tema di interessi degli amministratore, presenta autonome prescrizioni le quali, ad una prima lettura, potrebbero apparire associabili, ma che, tuttavia, dispongono di diversi interessi e prevedono differenti procedure di accertamento, pur nella medesima ratio di proteggere il prioritario interesse della società nei cui confronti l’interesse del singolo amministratore può arrecare danno (da qualificarsi come patrimoniale).    

Leggi dopo