Bussola

Estinzione delle società di persone

Sommario

Inquadramento | L’estinzione delle società di persone: in particolare, le società c.d. irregolari | L’estinzione delle società regolari: la cancellazione dal Registro delle Imprese | Cancellazione d’ufficio della società | La cancellazione della società: effetti costitutivi o dichiarativi? | Effetti patrimoniali dell’estinzione | Effetti processuali dell’estinzione | Il fallimento della società estinta | La conservazione dei documenti | Riferimenti |

 

Verificatasi una causa di scioglimento ed esauritasi l’attività di liquidazione, la società si avvia verso l’estinzione, che consiste nella perdita della soggettività giuridica dell’ente. Con riferimento alle società di persone, il procedimento estintivo si realizza in forme diverse a seconda che la società sia o meno soggetta al regime pubblicitario legale. Per le società di persone non iscritte nel Registro delle Imprese, il momento estintivo è determinato in base al principio di effettività e coincide con la concreta cessazione dell’attività d’impresa, non essendo richiesti ulteriori adempimenti pubblicitari. Diversamente, le società di persone regolari si estinguono al momento della cancellazione della propria iscrizione dal Registro delle Imprese, secondo l’interpretazione combinata degli artt. 2312 e 2495 c.c. offerta dalla più recente giurisprudenza di legittimità. Alla luce di tale orientamento, infatti, la cancellazione della società dal Registro delle Imprese deve considerarsi condizione necessaria per determinarne l’estinzione, pur non essendo a tal fine sufficiente, posto che la “sopravvivenza” dell’ente può essere comunque dimostrata dando prova dell’effettiva continuazione dell’attività d’impresa. Il processo estintivo, negli effetti, dà origine a un “fenomeno su...

Leggi dopo