Bussola

Concordato fallimentare

07 Agosto 2013 |

Sommario

Inquadramento | Introduzione | Principali caratteristiche | Concordato con assunzione, con garanzia | Riferimenti |

 

La principale normativa regolatrice del fallimento è il R.D. n. 267 del 1942. Questa disciplina è stata oggetto, tra gli anni 2005 e 2007, di varie riforme:
- la prima introdotta con il Decreto Legge 35/2005 convertita con la Legge 80/2005, in vigore dal 17 marzo 2005, ha principalmente riguardato l’azione revocatoria  fallimentare;
- il secondo intervento, che si ritiene possibile annoverare come vera e propria riforma del diritto fallimentare, è stato introdotto con il Decreto Legislativo 5/2006 entrato in vigore il 16 luglio 2006 che dispone qunato segue:
1) tutti i fallimenti dichiarati dal 16 luglio 2006 in poi devono seguire la nuova disciplina;
2) la vecchia legge fallimentare continua ad applicarsi ai fallimenti e concordati dichiarati prima di tale data. - il terzo intervento è  stato il cosiddetto Decreto correttivo della riforma, in vigore dal 1° gennaio 2008 ed approvato con il Decreto Legislativo 169/2007 che ha modificato nuovamente alcune disposizioni della Riforma  Fallimentare. Stando a quanto disposto dalla Legge fallimentare, può essere assoggettata a fallimento l’impresa commerciale in stato d’insolvenza (articolo 5 L.F.) e che rientra all’interno di determinati parametri numerici per volume d’affari, attivo patrimoniale ed ammontare dei...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento