Bussola

Comunione d'azienda

01 Dicembre 2015 |

Sommario

Introduzione | Inquadramento | Principali caratteristiche | La comunione d'azienda nel codice civile | Attività d'impresa e comunione d'azienda: contrapposizione | Regolarizzazione di una società di fatto derivante da comunione d’azienda | Riferimenti |

 

Con il termine azienda, secondo la definizione del Codice Civile all’art. 2555, s’intende il complesso dei beni organizzati dall’imprenditore per l’esercizio dell’impresa. Nella comunione di azienda si verifica la contitolarità di un’azienda diretta unicamente al mero godimento dei beni, non ravvisandosi l’esercizio congiunto di un’attività d’impresa, che darebbe luogo, per lo meno, ad una società di fatto.    Nel caso in cui il godimento dell’azienda si realizzasse mediante il diretto sfruttamento della medesima da parte dei partecipanti alla comunione si configurerebbe l’esercizio di un’impresa collettiva, non essendo ostativo l’art. 2248 c.c., che assoggetta alle norme degli articoli 1100 e seguenti Codice Civile la comunione costituita e mantenuta al solo scopo di godimento. A questo punto risulta evidente che l’elemento discriminante tra comunione a scopo di godimento e società, sia costituito dallo scopo lucrativo perseguito tramite un’attività imprenditoriale sostitutiva del mero godimento ed in funzione della quale vengono utilizzati i beni comuni.   Comunione a scopo di godimento e società sono caratterizzate dalla contitolarità dei rapporti patrimoniali rispettivamente in capo ai soggetti partecipanti alla comunione ed ai soci ed in quest’ultimo caso la loro imputabi...

Leggi dopo

Le Bussole correlate >