Bussola

Categorie di azioni

Sommario

Inquadramento | Azioni ordinarie, azioni speciali e tipi di azioni | Diritti patrimoniali | Diritti amministrativi | La creazione della categoria speciale di azioni | La tutela degli azionisti privilegiati | Riferimenti |

 

Nonostante la previsione di uguaglianza dei diritti conferiti dalle azioni, il legislatore consente all'autonomia privata di diversificare le posizioni individuali dei singoli azionisti per mezzo della creazione di categorie di azioni provviste di particolari diritti patrimoniali o amministrativi.   Per categoria di azioni deve intendersi, secondo quanto sostenuto dalla dottrina che maggiormente si è occupata del tema, un insieme di titoli (da escludersi, dunque, una categoria azionaria composta da una sola azione) provvisti di caratteristiche comuni. La categoria è individuata dal peculiare diritto ovvero dalle particolari posizioni giuridiche incorporati nell’azione, i quali si manifestano diversi rispetto a quelli caratterizzanti le altre azioni della società (Mario Notari, sub Articolo 2348. Categorie di azioni, in P. Marchetti, L. A. Bianchi, F. Ghezzi, M. Notari (diretto da), Commentario alla riforma delle società, Milano, 2008, 161). Qualora siano create categorie di azioni fornite di diritti diversi, l’articolo 2348 c.c. dispone che la società possa liberamente determinare il contenuto delle azioni delle varie categorie. La norma manifesta l’apertura all’autonomia privata del legislatore della riforma del diritto societario. Una tale apertura non prescinde dalla neces...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Multimedia

Multimedia

Su Società di capitali

Vedi tutti »