Quesiti Operativi

La rateazione dei debiti per la società capitali

La s.r.l. che amministro è debitrice di un importo pari a 60.000 euro per tributi, sanzioni e interessi. Ho intenzione di chiedere la rateizzazione e mi è stato detto che, al fine di dimostrare la situazione di obiettiva difficoltà, sono tenuto anche a calcolare degli specifici indicatori. Di cosa si tratta?

 

Si tratta di due indici richiesti da Equitalia al fine della valutazione della situazione dei soggetti (società di capitali, cooperative, ecc…) che richiedono una rateazione dei debiti tributari. Nel modulo per la richiesta di formulazione del piano di rateazione e, a titolo meramente esemplificativo e non esaustivo,nella Direttiva Equitalia SR/NC/2008/36 del 6 ottobre 2008, vengono precisate le modalità di calcolo di tali indicatori.

 

L’indice di liquidità è calcolato come rapporto fra la somma delle liquidità differite e correnti, a numeratore e le passività correnti, a denominatore.

 

L’indice Alfa è dato dal rapporto fra debito complessivo e valore della produzione rettificato. Il valore della produzione rettificato è composto dalla somma dei ricavi delle vendite e delle prestazioni di cui alla voce A1 del conto economico, delle variazioni dei lavori in corso su ordinazione (voce A3 del Conto economico) e degli altri ricavi (voce A5). Se viene fornita insieme alla richiesta di rateazione una situazione infrannuale e non un bilancio riferito a un periodo di dodici mesi, il valore della produzione rettificato andrà calcolato attingendo dalla predetta situazione i valori di ricavi, variazione dei lavori in corso e altri ricavi, dividendo per il numero di mesi di riferimento e moltiplicando il risultato per 12 (ad es. in caso di situazione semestrale l’importo del valore della produzione rettificato andrà diviso per 6 e moltiplicato per 12).

Leggi dopo

Le Bussole correlate >