News

Responsabilità per violazione del divieto di intraprendere nuove operazioni: la quantificazione del danno

 

Qualora venga intrapresa un’azione di responsabilità nei confronti degli amministratori di una società per violazione del divieto di intraprendere nuove operazioni a seguito dello scioglimento della società per riduzione del capitale al di sotto del minimo legale, ex art. 2449 c.c., il danno non può essere liquidato sulla base della differenza tra attivo e passivo accertati in sede fallimentare, non potendosi configurare l’intero passivo come frutto delle nuove operazioni.

Leggi dopo