News

In G.U. il d.lgs. sull’incoraggiamento dell’impegno a lungo termine degli azionisti

04 Agosto 2020 |

D.lgs. 14 luglio 2020

Società quotate

È stato pubblicato sulla G.U. n. 190 del 30 luglio 2020 il d.lgs. n. 84/2020 recante l’attuazione dell’art. 7 l. n. 117/2019 per quanto riguarda l’incoraggiamento dell’impegno a lungo termine degli azionisti e la disciplina del sistema di governo societario.

Il testo, che entrerà in vigore il 14 agosto, intende recepire nell'ordinamento interno le disposizioni della direttiva (UE) 2017/828, (SHRD2), che ha modificato la direttiva 2007/36/UE (Shareholders' Rights Directive o "SHRD") in tema di incoraggiamento dell'impegno a lungo termine degli azionisti.

 

Le nuove disposizioni modificano il TUF (d.lgs. n. 58/1998) e, in particolare, l’art. 2 riformula in senso estensivo la forbice edittale delle sanzioni previste per le violazioni della disciplina della gestione accentrata di strumenti finanziari, che assume rilevanza con riferimento all'identificazione degli azionisti, alla trasmissione delle informazioni rilevanti ed all'agevolazione dell'esercizio dei diritti dei soci; le sanzioni amministrative in materia di informazioni sul governo societario e di politica di remunerazione e compensi corrisposti, applicabili nei confronti delle società quotate nei mercati regolamentati; nonché le sanzioni relative alle violazioni della disciplina delle operazioni con parti correlate.

 

L'art. 3 introduce modifiche al d.lgs. n. 209/2005 (codice delle assicurazioni private), al fine di consolidare il quadro normativo che regola il sistema di governance delle imprese di assicurazione o riassicurazione italiane, con particolare riguardo ai requisiti e criteri per la valutazione dell'idoneità delle figure apicali e degli azionisti, alle politiche di remunerazione nonché ai poteri di intervento dell'IVASS a tutela del corretto funzionamento delle imprese operanti nel settore.

 

Leggi dopo